Vai al contenuto

Il duro attacco dell’Economist alla Meloni. Ecco l’accusa del giornale controllato dagli Elkann

Pubblicato il 11/11/2023 13:13 - Aggiornato il 11/11/2023 13:44

Abbiamo visto tante volte, negli anni, lo stesso copione ripetuto più e più volte: non appena un governo italiano poco gradito all’Europa e alla stampa d’oltre confine prova a realizzare delle riforme, subito si scatena il fuoco dei media mainstream. Un canovaccio che si sta ripetendo in queste ore, con le testate straniere pronte a mettere becco sull’operato dell’esecutivo guidato da Giorgia Meloni. In particolare, a scagliarsi contro il Bel Paese è stato l’Economist, con un articolo dal titolo più che eloquente: “La ‘madre di tutte le riforme’ di Giorgia Meloni è una presa di potere“. Il settimanale britannico ha ricordato quanto sia difficile portare avanti delle riforme costituzionali, che richiedono una maggioranza parlamentare di due terzi per essere approvate, puntando poi il dito contro il progetto del centrodestra, sostenendo che “alcuni obiettivi potrebbero sembrare ragionevoli”, ma “il governo li porta avanti senza essersi consultato con l’opposizione”. (Continua a leggere dopo la foto)
“Pronti a introdurre un nuovo reato”. L’annuncio del governo: ecco le norme in arrivo

economist attacco meloni

In particolare, poi, l’Economist ha criticato l’ipotesi di elezione diretta del premier, tasto sul quale il governo Meloni è determinato a insistere. Sostenendo che soltanto Israele si sia mosso di recente in questa direzione, con una riforma datata 1992 e abortita poco dopo. Critiche anche per la volontà dell’esecutivo di assegnare un premio di maggioranza pari al 55% dei parlamentari alla coalizione che vincerà le elezioni, così da garantire una stabilità ai futuri esecutivi. Idea, anche questa, nettamente bocciata dal giornale britannico. (Continua a leggere dopo la foto)

economist attacco meloni

L’Economist ha sottolineato come “nelle speranze dell’attuale governo, a beneficiare di questa riforma dovrebbe essere in futuro la stessa Giorgia Meloni”. Lanciandosi poi in un avvertimento: secondo il giornale inglese, la premier rischia di fare la stessa fine di Matteo Renzi, che proprio su un disegno di riforma costituzionale vide capitolare il proprio governo, iniziando una fase discendente della propria carriera politica. (Continua a leggere dopo la foto)

economist attacco meloni

In chiusura un consiglio non troppo disinteressato: “Meloni dovrebbe piuttosto preoccuparsi dell’inflazione, dell’annoso problema di un debito pubblico italiano troppo alto e della stagnazione economica”. Ancora una volta, insomma, la stampa estera ha deciso di mettere il becco negli affari interi al nostro Paese. Pronta a giudicare e condannare, come sottolineato da tanti utenti inferociti sui social per l’ennesimo attacco gratuito.

Ti potrebbe interessare anche: “Va cacciata a calci in c***”. Cruciani esplode così in diretta: parole di fuoco, il VIDEO dell’attacco