in

Continua la crescita di Italexit: Radosta (ex FdI) si unisce al progetto politico di Paragone

Pubblicato il 30/03/2022 10:57

SALUZZO: RADOSTA LASCIA FRATELLI D’ITALIA PER ADERIRE A ITALEXIT

Continua la crescita di Italexit sul territorio piemontese: Paolo Radosta, segretario della sezione di Fratelli d’Italia a Saluzzo (CN), lascia il partito di Giorgia Meloni per aderire al nuovo progetto politico lanciato da Gianluigi Paragone per portare l’Italia fuori dall’Unione Europea.

Radosta, 33 anni, è direttore di ufficio postale e vice-presidente dell’Associazione Abbonamento Musei, nominato dalla Regione Piemonte: “Credo nella politica fatta sui territori, attenta all’aspetto sociale e incisiva sui veri problemi della gente: caro-vita, povertà, disoccupazione, difficoltà per la famiglia, tutela del posto di lavoro, difesa contro ogni forma di coercizione limitativa delle libertà. Argomenti verso cui Fratelli d’Italia ha perso interesse, intraprendendo una direzione diversa che non può più rappresentarmi. In Italexit, invece, queste battaglie sono ancora vive e prioritarie: sarà una sfida lunga ed impegnativa, ma la combatterò con la convinzione che possa essere l’unica possibilità per rendere l’Italia un paese di nuovo capace di essere sovrano e di pensare al futuro”.

Alessandro Balocco, segretario provinciale di Italexit, esprime la sua soddisfazione: “Radosta è un politico capace ed apprezzato dalla comunità: si tratta di un ingresso di spessore che rafforza Italexit a livello locale e regionale. Insieme a lui hanno aderito il vice-segretario della sezione FDI di Saluzzo Diego Ferrero, l’ex candidato sindaco a Saluzzo per il M5S Carlo Manfredi e decine di saluzzesi che credono convintamente nella necessità di abbandonare l’Euro e l’Unione Europea. Nei prossimi giorni ufficializzeremo la nascita della sezione Italexit a Saluzzo con iniziative e banchetti per spiegare le nostre proposte alla cittadinanza”.

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!
-->

Speranza si prepara a imporci la quarta dose. I piani del ministro per inocularci ancora

Cosa succede se la Russia chiude davvero il rubinetto del gas? Gli esperti spiegano i possibili scenari