Vai al contenuto

Bologna, il Comune finanzia il progetto di Santori delle Sardine: la cifra

Pubblicato il 16/06/2021 10:21

Il Comune di Bologna punta sulle Sardine, stanziando 7.500 euro per un’iniziativa presentata dall’associazione culturale “La Ricotta” rappresentata legalmente da Mattia Santori, il leader di un movimento che negli ultimi mesi era incappato in qualche gaffe di troppo, a partire dall’incontro con i Benetton e Luciano Toscani, con scontato codazzo di polemiche. L’azienda dell’attivista politico ha vinto un bando per la cura e la manutenzione di un giardino del quartiere Porto-Saragozza. 
“Il pesto alla genovese è nocivo”. L’ultima sparata della “sardina” Santori: polemiche e sberleffi a non finire

Dando un’occhiata alla determina del Comune, si evince che il progetto di Santori e della sua associazione, dal titolo “SuPer Ravone! Aspettando le Carracci…” prevede la gestione del Giardino Emanuele Petri in via Felice Battaglia “in sinergia con un gruppo informale di cittadini residenti, in attesa dei lavori per la ricostruzione delle scuole site nella medesima via e la sistemazione dell’annesso campetto da basket”.

Santori e La Ricotta dovranno dovranno intervenire “in particolare sull’area destinata al calcio, risistemandola per migliorarne la fruibilità e per consentirne anche la destinazione all’attività sportiva del frisbee, della ginnastica e delle attività sportive in generale”. Il clou della proposta sarà una tre giorni da riproporre una tantum in cui saranno protagonisti la musica e lo sport all’interno del parco.

Santori ha approfittato dell’occasione anche per parlare di politica. In questi giorni, infatti, il leader delle Sardine ha confermato il suo sostegno a Matteo Lepore, candidato alle primarie del Partito Democratico, e ha affrontato il tema di una sua eventuale discesa in campo nei prossimi mesi: “Io in politica? Serve un campo largo”.

Ti potrebbe interessare anche: “Costretto a inventare abusi sessuali e riti satanici”. Veleno, il ‘bambino 0’ confessa tutto