in

“Aumentare le tasse sulla casa”. Il trucchetto con cui l’Europa vuol fregare gli italiani

Pubblicato il 15/09/2022 09:27 - Aggiornato il 15/09/2022 09:33

Il rischio che in un momento del genere, con la crisi energetica che continua a tenere banco e un inverno alle porte che si preannuncia più difficile che mai, possano scattare anche aumenti dell’imposizione fiscale sulla casa è più concreto. Un allarme lanciato dal presidente di Confedilizia Giorgio Spaziani Testa, che attraverso le pagine del Tempo ha puntato il dito contro il disegno di legge sulla delega fiscale, che potrebbe tornare sotto esame nei prossimi giorni: “Non si capisce tanta fretta nell’approvarlo. Viene il sospetto che qualcuno abbia premura di riferire alla Commissione Ue che è stato eseguito l’ordine di intervenire sul catasto”.

Ancora una volta, dunque, si rischia di sacrificare il reale interesse degli italiani in nome dell’obbedienza cieca e totale all’Europa. Anche perché nonostante gli ultimi ritocchi, il testo continua a non convincere Spaziani Testa: “Temo che qualcuno, nella speranza che dopo il voto possa esserci un governo di transizione, voglia preparare il terreno con una delega fiscale già approvata da tutte e due le Camere. E questo mi preoccupa”.

Una riforma che piace soltanto all’Europa? “Era parso sin da subito inusuale che una riforma del Fisco potesse essere realizzata da un governo sostenuto da una maggioranza così variegata. Peraltro, mi era sembrato strano che il presidente del Consiglio Mario Draghi l’avesse citata già nel suo discorso. Questo governo, se non ricordo male, era nato per avviare la campagna di vaccinazione e il Pnrr”.

Cosa dovrebbe fare, invece, il prossimo governo per venire incontro alle esigenze dei cittadini? “Si potrebbe iniziare – ha concluso Spaziani Testa – sospendendo l’Imu per qualche anno nei Comuni fino a 3 mila abitanti, per salvare i luoghi a rischio spopolamento. Ci aspettiamo poi un intervento sugli affitti commerciali, in direzione della cedolare secca, che andrebbe a vantaggio non solo dei proprietari ma anche per le attività che vi si insediano”.

Ti potrebbe interessare anche: Ora è vietato anche il caminetto. In molte regioni l’alternativa al gas non potrà essere la legna da ardere

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!
-->

“Staremo nell’Ue e rispetteremo tutti i parametri”. Più draghiana di Draghi, così la Meloni prenota Chigi

“Razioneranno anche internet e le telefonate”. Gli esperti lanciano l’allarme: “Bisogna intervenire”