Vai al contenuto

Al via il progetto BIL BOX, un cofanetto realizzato da detenuti per un Natale davvero speciale

Pubblicato il 16/12/2022 13:43

Creare benessere da donare a sé stessi e agli altri. Nasce così il progetto BIL BOX (Benessere Interno Lordo) di Made in Carcere, sostenuto dalla Fondazione con il Sud e che vede coinvolti 65 soggetti di detenzione e 8 partner discolati in 3 diverse Regioni d’Italia (Puglia, Campania e Basilicata). Territori nei quali Officina Creativa lavora per costruire e rafforzare un modello di “economia rigenerativa” attraverso il social brand Made in Carcere: lo scopo è quello di creare nuovi posti di lavoro, trasferendo esperienza e competenza ad altre cooperative ed associazioni, valutando poi l’impatto sociale generato da queste attività sulla comunità locale e sull’ambiente. La “scatola magica” BIL BOX è il primo prodotto nato grazie a questo progetto, realizzato per celebrare al meglio le festività natalizie. (Continua a leggere dopo la foto)

In ogni BIL BOX sono raccolti diversi prodotti realizzati dai partner del progetto. Ogni scatola contiene pezzi sartoriali di diverso tipo, in base alla fascia di prezzo di 30,00, 60,00 o 90,00 euro, realizzati da Harlequin, 167 Revolution, Made in Carcere. A questi si aggiungono prodotti della terra quali i legumi Bio di Piccapane o il panettone realizzato presso l’Istituto di pena minorile di Nisida dall’associazione Monelli tra i fornelli. (Continua a leggere dopo la foto)

Tra le sorprese contenute dai BIL BOX anche i biscotti “Le scappatelle” del carcere minorile di Bari. Si tratta di realtà che operano sul territorio, nel tentativo di aiutare chi è meno fortunato a risalire un gradino, allontandandosi dall’emarginazione. Una delicatissima missione quotidiana che passa attraverso piccoli gesti. (Continua a leggere dopo la foto)

Regalando un BIL Box sarà possibile sostenere nel concreto il progetto di Made in Carcere e delle cooperative partner. Per informazioni è possibile contattare Micol Ferrara (3883909534), Luciana Delle Donne (3355441121) e Ilaria Palma (3886936144).

Ti potrebbe interessare anche: “Sti ca***”, “Ti prendo a calci”. Capezzone esplode contro l’assessore di Roma Zevi, succede di tutto (IL VIDEO)