Vai al contenuto

“In 32 lasciano il Pd”. Elly Schlein, arriva un’altra (pesantissima) mazzata: cosa succede al partito

Pubblicato il 08/09/2023 14:50 - Aggiornato il 13/09/2023 13:57

La fortuna sembra aver veramente voltato le spalle a Elly Schlein, soprattutto negli ultimi mesi. Neanche il tempo di festeggiare l’elezione a nuova segretaria del Pd, che subito sono infatti iniziate le grande. Gaffe, armocromisti, divisioni interne, sondaggi che continuano a mostrare un partito in seria difficoltà. Ora anche le prime, vere e proprie fughe: in Liguria, come riportato da Libero Quotidiano, sta infatti andando in scena un fuggi fuggi generale, annunciato in un documento sottoscritto da 29 iscritti o eletti dem, oltre che da Pippo Rossetti e Cristina Lodi, che avevano già dichiarato la loro volontà di fare un passo indietro. Tutti quanti sono passati ad Azione di Carlo Calenda. (Continua a leggere dopo la foto)
“A.A.A. iscritti al Pd cercasi”. Elly Schlein, un’altra figuraccia: attacca il governo e finisce massacrata così
“Rai e Mediaset: vi dico tutto”. Berlinguer incontenibile: schiaffi alla tv di Stato e “coccole” a Pier Silvio Berlusconi. L’intervista

32 lasciano il pd

Una decisione che aveva iniziato a maturare dopo la vittoria per la segreteria nazionale di Elly Schlein, passaggio al quale secondo i diretti interessati ha fatto seguito “una trasformazione che non ci fa più sentire a casa né ci consente di percorrere una strada che non è la nostra, anzi, ci sembra di poterne rappresentare solo un intralcio e di essere sempre voce dissonante in un partito in cerca di identità”. (Continua a leggere dopo la foto)

Secondo i firmatari del documento, infatti, il Partito Democratico ha “consumato lo scopo per cui era nato: fare sintesi e costruire una nuova grande forza politica che riunisse gli storici riformismi italiani. L’epilogo è arrivato dopo l’ultimo Congresso nazionale. (Continua a leggere dopo la foto)

“Da tempo – hanno concluso gli esponenti liguri nel documento- lamentiamo che il Pd in cui credevano gli iscritti, quello plurale, a Genova e in Liguria ha scelto alleanze e ha espresso posizioni tese a ricondurre il partito a mondi sociali e politici estranei al Pd”.

Ti potrebbe interessare anche: “Privacy in pericolo alle colonnine per le auto elettriche”: la scoperta choc dell’azienda di sicurezza