in

Terapia al plasma, scende tasso di mortalità! Finalmente il ministro della salute si interessa

“Il corriere della Sera” riporta notizie positive inerenti la terapia del plasma usata per trattare i malati di Coronavirus. La mortalità nelle terapie intensive si abbassa infatti dal 13-20% al 6%. Lo studio condotto in Lombardia è iniziato il 17 marzo e si è concluso l’8 maggio. Ha coinvolto 46 pazienti, di questi “sette erano intubati, tutti avevano necessità di ossigeno e non erano in età avanzata”.

I dati raccolti dalla ricerca sono stati presentati dal Presidente della Lombardia Attilio Fontana, dall’Assessore alla Sanità Giulio Gallera e dagli esperti del Policlinico San Matteo di Pavia e dell’ospedale Carlo Poma di Mantova. La Lombardia ha intenzione di proseguire verso la direzione di questo trattamento e creare una banca del plasma iperimmune. La raccolta del plasma partirà dai volontari guariti, previo controllo del loro livello di anticorpi. Poi si farà riferimento ai donatori Avis delle aree più colpite dall’epidemia.

La terapia era già riuscita a suscitare l’interesse di molti, “in Italia e all’estero”, aveva spiegato Giuseppe De Donno, primario presso il Reparto di Pneumologia dell’Ospedale Carlo Poma di Mantova; tranne quello del governo: “Abbiamo provato a contattare il ministero della Salute ma è stato inutile. Nessun segnale nemmeno dall’Istituto Superiore di Sanità. Per ora stanno alla finestra”. Finalmente il Presidente della Lombardia, Fontana ha dichiarato di aver ricevuto una chiamata dal ministro dela salute: “Il governo ha mostrato il suo interesse per proseguire questa iniziativa”.

Bonus Vacanze, ennesima beffa del governo di ‘promettopoli’. Albergatori infuriati!

“Pericolo assembramento rifiuti!” L’appello disperato dei Comuni