in

Morì a 25 anni dopo due iniezioni. Il referto dell’autopsia diventa subito virale

Pubblicato il 28/11/2022 21:05

La storia di Jarrett Scott Nunez, lo studente di medicina morto improvvisamente a 25 anni, ha preso possesso dei feed dopo un tweet di ieri, domenica 27 novembre, fatto dalla pagina del documentario “Died Suddenly”. Jarrett Nunez è morto improvvisamente il 18 settembre 2021. Diplomato alla Grand Lake High School nella città di Lake Charles in Louisiana, il ragazzo era molto conosciuto nella scuola anche grazie alle sue attività di primo piano nelle organizzazioni studentesche, nelle squadra di nuoto e in molti servizi alla comunità. Ma non solo, era stato allenatore della squadra di nuoto della Sam Houston High School della città di Moss Bluff (Louisiana) dopo aver conseguito la sua laurea. Un giovane uomo molto dinamico e nel pieno della forma, insomma.
(Continua a leggere dopo la foto)

Secondo quanto raccontato da American Press, poi ripreso anche dal sito eventiavversinews.it, Jarrett si era laureato alla McNeese State University a Lake Charles con una specializzazione in Chimica. Negli ultimi mesi stava lavorando a Memphis (Tenneseee) presso il dipartimento di emergenza del Baptist Hospital come studente di medicina del terzo anno del New York Institute of Technology College Osteopathic Medicine presso l’Arkansas State. Era diventato studente ambasciatore e segretario della Student American Academy of Osteopathy, rappresentante di corso della Student Government Association, membro della Student of Osteopathic Medicine Association e dell’American College of Emergency Physicians. Si parla dinque di un ragazzo completamente sano e molto attivo, a cui piaceva riunirsi con amici e familiari per condividere con loro il suo amore per la cucina cajun, amava il ballo, la musica e aiutare le persone. Aveva trovato la sua passione lavorando al pronto soccorso. Dopo il suo improvviso decesso, nessuna risposta neanche dall’autopsia.
(Continua a leggere dopo la foto)

Lo ha pubblicato ieri sul proprio profilo Twitter la pagina ufficiale del documentario, il quale ha già raggiunto oltre 5 milioni di visualizzazione: “Jarrett Nunez, 25 anni, ha ricevuto entrambe le dosi di Pfizer come requisito per continuare la scuola di medicina per il suo terzo anno. Il medico legale ha impiegato 9 mesi per consegnare a sua madre i risultati dell’autopsia, dove hanno etichettato la causa della morte come “impossibile da determinare” #DiedSuddenly”. Sono state migliaia le persone che in poche ore hanno voluto ricondividere il tweet per dare voce alla tragica storia di Jarrett. Secondo gli utenti sarebbe a dir poco anomalo che dopo tutto questo tempo non si sia riusciti a dare una spiegazione a questa morte, facendo strada all’ipotesi che non si sia voluto ufficializzare una diretta responsabilità del siero anti-Covid, inoculato nel ragazzo soltanto qualche tempo prima.

Potrebbe interessarti anche: Ischia, “Prepariamoci al peggio”. Cassese gela lo studio e asfalta Conte e l’abusivismo

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!
-->

“Prepariamoci al peggio”. Cassese gela lo studio e asfalta Conte e l’abusivismo

“Niente immagini dagli spalti”. L’assurda censura imposta dal governo cinese: “Cresce la protesta”