in

“YouTube viola la privacy dei bambini”: in arrivo una maxi multa. Che, però, cambierà poco e niente

Una multa fra i 150 e i 200 milioni per Youtube, reo di aver violato la privacy dei bambini. Questo il frutto dell’accordo tra il colosso del web e le autorità Usa, dopo che la piattaforma web era stata accusata di aver raccolto i dati personali dei minori. La Commissione federale del commercio (Ftc) annuncerà l’ufficialità della decisione a settembre, ma il New York Times ha intanto anticipato i contenuti dell’accordo: si tratta del più consistente mai raggiunto in un caso relativo alla privacy dei bambini.

Ad aprile 2018 erano state 23 le organizzazioni di difesa dei diritti digitali e per la protezione dell’infanzia a depositare una denuncia presso la Ftc accusando YouTube di raccogliere informazioni personali di minorenni. Nello specifico, i loro dispositivi telefonici sarebbero stati “agganciati” senza che i genitori lo sapessero e sarebbero quindi divenuti utili per della pubblicità mirata.

Secondo le associazioni, questo infrange la legge americana Coppa, che vieta dal 1998 la raccolta e ‘’uso commerciale di dati di bambini di meno di 13 anni senza l’accordo esplicito dei genitori. YouTube, che conta 2 miliardi di utenti mensili ed è molto popolare fra adolescenti e giovani, ha creato nel 2015 un sito dedicato ai bambini di meno di 13 anni, YouTube Kids. Ma il suo sito principale YouTube, ufficialmente vietato ai minori di 13 anni, è pieno di contenuti che attirano i più piccoli.

Una sentenza che, comunque, sta facendo discutere molto in rete. Un colosso come YouTube può infatti tranquillamente permettersi di far fronte a un esborso come quello concordato con le autorità americane. Che suona come ammissione di colpevolezza, ma che non necessariamente indirizzerà il re dei contenuti virtuali verso una politica meno aggressiva. Il rischio, insomma, è che tanto clamore non porti a nulla di fatto.

Potrebbe interessarti anche: https://www.ilparagone.it/attualita/renzi-punta-il-dito-contro-chi-vuole-sabotare-le-intese-pd-5s/

Il Grande Fratello degli affitti: così il Fisco dichiara guerra all’evasione

L’industria tessile che riempie il pianeta di rifiuti: ogni anno si bruciano 12milioni di vestiti