in

Chi è davvero ricco? Chi guadagna di più o chi risparmia meglio? Un’analisi svela la verità

C’è un articolo di Lauren Lyons Cole su Business Insider che merita di essere letto. Lauren è direttrice delle finanze di Business Insider ed è anche un pianificatore finanziario certificato. Il suo è un racconto lucido e puntuale su quello che è il mondo della finanza e il rapporto delle persone con il denaro. Chi è davvero ricco? E come si fa a risparmiare? E quanto influisce lo stare al passo con quello che hanno gli altri sulla nostra razionalità di spesa? Dice Lauren: “Dopo 10 anni come pianificatore finanziario, ho capito che tutti sbagliano la stessa cosa riguardo al denaro: le cose che hai non ti rendono ricco, il denaro lo fa. E non è la stessa cosa”.

“Ho lavorato con insegnanti che hanno conti di risparmio maggiori rispetto ai medici che guadagnano cinque volte di più all’anno. Gli alti salari possono portare alla ricchezza, ma non se si brucia fino all’ultimo centesimo acquistando auto di lusso o riempi l’armadio con abiti firmati”.

“Tuttavia, nella maggior parte degli angoli degli Stati Uniti, definiamo la ricchezza in base a quanto spendono le persone. È facile da fare. In genere non possiamo vedere i conti bancari o i conti di pensione dei nostri amici. Ma possiamo vedere i gioielli che indossano o le vacanze che fanno. Alla domanda su come definiscono la ricchezza, quasi la metà degli americani ha utilizzato misure di spesa – sia in termini di esperienze che di cose – per rispondere alla domanda, secondo il Schwab Modern Wealth Survey. Solo il 27% afferma che ‘avere molti soldi’ rende qualcuno ricco”.

Lauren Lyons Cole

“Tuttavia, lo stesso sondaggio ha rilevato che per essere considerati ricchi, è necessario disporre di un patrimonio netto di almeno 2,4 milioni di dollari. Negli Stati Uniti, meno dell’1% della popolazione – 1,84 milioni di persone secondo i più recenti dati IRS – ha un patrimonio netto che supera i 2 milioni di dollari. Ma è probabile che tu abbia visto molto più dell’1% della tua cerchia sociale con cose costose addosso”.

“Ma comprare cose non rende qualcuno ricco. Molti dei miei clienti che hanno belle case o mandano i loro figli nelle migliori scuole stanno lottando per tenere il passo con le loro spese. Perfino chi guadagna bene può vivere in bolletta. Alla fine della giornata, chiunque ha la capacità di accumulare un patrimonio netto considerevole. Non devi guadagnare un sacco di soldi (anche se aiuta). Si riduce a una semplice – e non molto appariscente – verità: devi avere soldi in banca. E per farlo, devi spendere meno di quanto guadagni. Quelli che lo fanno sono quelli che sono davvero impressionanti”.

.

Ti potrebbe interessare anche: https://www.ilparagone.it/senza-categoria/la-vita-a-rate-gianluigi-paragone/

Chi sono i “working poor”, i cosiddetti lavoratori poveri. Una nuova emergenza in Italia

Imu alla Chiesa, il M5S fa sul serio: depositata proposta di legge in Senato. “Si possono recuperare 5 miliardi di euro”