in

Vaccini, ritirate 1,6 milioni di dosi Moderna: cosa sta succedendo

Mentre si discute ancora sull’efficacia dei vaccini nel contrasto al Covid-19, con i dati che arrivano da Israele e dal Regno Unito che evidenziano boom di contagi anche tra la popolazione che ha ricevuto già la doppia dose, ecco un’altra tegola che si abbatte su Moderna: il governo giapponese ha infatti sospeso l’uso di 1,63 milioni di dosi del farmaco in quanto “contaminate con sostanze estranee”.

Vaccini, ritirate 1,6 milioni di dosi Moderna: cosa sta succedendo

L’annuncio è stato dato dal ministero della Sanità giapponese e dalla casa farmaceutica Takeda, responsabile della vendita e della distribuzione del vaccino Moderna nel Paese: “Abbiamo ricevuto notizie da numerosi centri di vaccinazione secondo cui sostanze estranee sono state trovate nelle fiale ancora chiuse”.

Da qui la decisione, spiegata dalla stessa Takeda: Dopo consultazioni con il ministero della Sanità abbiamo deciso di sospendere l’uso del vaccino proveniente da tre lotti a partire da oggi”.

Tutto è iniziato il 16 agosto, quando in otto siti di vaccinazioni diversi sono state rinvenute sostanze “estranee” all’interno di vaccini con i quali si sarebbero dovute effettuare le somministrazioni sulla popolazione. Moderna ha fatto sapere che sta ritirando i lotti interessati mentre si indaga su un eventuale problema nella produzione, che sarebbe avvenuta in Spagna.

Ti potrebbe interessare anche: “Se noi stacchiamo il fatto procreativo dalla relazione affettiva e sessuale si può ipotizzare…”

“Non lo esibirò e non lo chiederò”, il Prof Camperio (vaccinato completamente) spiega perchè è contrario al GP

Il lavoro non si vaccina