x

x

Vai al contenuto

“Attenti alla truffa dell’accertamento fiscale”. L’allarme dell’Erario: “Cosa fare se ricevete questa mail”

Pubblicato il 04/12/2023 11:33

Una mail di accertamento fiscale che nasconde, in realtà, seri pericoli per gli utenti che la ricevono. E che potrebbe ingannare molti italiani, spingendoli a credere che sia stata realmente inviata dal Fisco. Una nuova truffa virtuale che si sta diffondendo rapidamente nel nostro Paese, tanto da spingere l’Agenzia delle Entrate a fare chiarezza con un comunicato sul proprio sito, mirato a proteggere le famiglie da questa campagna malevola. Come spiegato dal Messaggero, i malintenzionati attirano l’attenzione degli utenti con false comunicazioni di incongruenze nelle dichiarazioni, cercando di instaurare un contatto con i contribuenti al fine di intraprendere azioni fraudolente nei loro confronti. (Continua a leggere dopo la foto)
“Ecco come truccavano i dati sui decessi”. Le università italiane svelano il bluff di Aifa e ministero della Salute

truffa accertamento fiscale

Dichiarandosi estranea a questo tipo di comunicazioni, l’Agenzia ha invitato gli utenti a non aprire le e-mail sospette. L’Erario ha segnalato sul proprio sito la presenza di una campagna malevola via mail che attira l’attenzione degli utenti con false comunicazioni di incongruenze nelle dichiarazioni. (Continua a leggere dopo la foto)

L’e-mail fraudolenta arrivata alle vittime è firmata dal direttore dell’Agenzia delle entrate e ha per oggetto “Accertamento fiscale“. Guardando bene la comunicazione, però, si nota che l’indirizzo mail non è quello istituzionale. Inoltre, spesso sono presenti errori grammaticali e firme di soggetti non istituzionali. (Continua a leggere dopo la foto)

truffa accertamento fiscale

L’Agenzia delle entrate si è dichiarata estranea a queste mail, invitando gli utenti a non aprire le comunicazioni fraudolente e a non fornire alcun tipo di dato. Per qualsiasi dubbio i contribuenti potranno consultare la pagina “Focus sul phishing” o rivolgersi ai contatti reperibili sul portale istituzionale dell’Agenzia o all’Ufficio territorialmente competente.

Ti potrebbe interessare anche: “Patriarcato in politica…” Eleonara Evi denuncia e in studio scoppia il caso: il VIDEO dello scontro