Vai al contenuto

“Stangata in arrivo per gli automobilisti”. Chi dovrà pagare di più (e perché) nel 2024

Pubblicato il 05/01/2024 11:20 - Aggiornato il 05/01/2024 12:06

Brutte notizie per gli italiani, che potrebbero presto trovarsi a fare i conti con un problemino non da poco. In un momento storico di grave difficoltà economica per tante famiglie, con il mercato del lavoro che continua a rimanere chiuso e gli stipendi bloccati, i dati non promettono infatti nulla di buono sul fronte assicurazioni auto: nel mese di novembre, le polizze hanno fatto registrare un balzo del 7,8% su base annua con un prezzo medio di 391 euro. Rincaro che si traduce in una maggiore spesa di circa 31 euro a polizza, confermando tra l’altro il trend già registrato dall’Ivass a ottobre, quando il rialzo era stato del 7,9%. (Continua a leggere dopo la foto)
Chiara Ferragni, altra botta clamorosa: l’annuncio ufficiale e le conseguenze per l’influencer
La svolta di Giorgia Meloni. Ecco perché ora appoggia Ursula von der Leyen: il clamoroso retroscena

stangata automobilisti

Come spiegato da Libero Quotidiano, a crescere è stato anche il differenziale di premio, cioè la somma che la persona assicurata è tenuta a pagare, tra Napoli e Aosta, adesso a 248 euro, in aumento rispetto all’anno precedente del 3,1%. Dati alla mano il Codacons stima “«”una stangata da un miliardo di euro soltanto perla categoria degli automobilisti, calcolando che in Italia circolano 43 milioni di veicoli assicurati di cui 32,5 sono autovetture”. (Continua a leggere dopo la foto)

stangata automobilisti

Per l’Unione nazionale dei consumatori il rialzo rilevato a novembre dall’Ivass è “astronomico, abnorme e ingiustificato. Per trovare un prezzo maggiore – secondo l’associazione – è necessario risalire fino al novembre del 2019 quando era pari a 402,74 euro”. Sul territorio a guidare la classifica delle polizze più salate sono Napoli e Prato con una media che va oltre i 559 euro, seguite da Caserta (501 euro) e Pistoia (487 euro). (Continua a leggere dopo la foto)

stangata automobilisti

Dall’altro lato della classifica, Enna vanta le tariffe più basse d’Italia con una media di 275 euro a polizza, seguita da Oristano (292 euro) e Potenza (297 euro). A Imperia si registrano invece gli incrementi annui più elevati (+12%), a seguire si trovano Lodi, Terni e Vercelli (+11%), mentre i rincari più contenuti si trovano ad Ascoli Piceno con un +4,6%.

Ti potrebbe interessare anche: La svolta di Giorgia Meloni. Ecco perché ora appoggia Ursula von der Leyen: il clamoroso retroscena