x

x

Vai al contenuto

“L’Europa? Ecco cosa ne pensano davvero gli italiani”. Il sondaggio che parla chiarissimo

Pubblicato il 16/09/2023 10:24 - Aggiornato il 16/09/2023 11:38

Da anni, ormai, la sinistra italiana ha adottato una linea precisa: continua a presentare ai cittadini l’immagine di un’Unione Europea generosa e pronta a soccorrerci a ogni difficoltà, osteggiata da una destra bieca e nazionalista che continua a mandare in fumo occasioni preziosi. Una narrazione che si scontra con i fatti, con Bruxelles che continua a mostrare il suo vero volto (per nulla solidale) a ogni occasione. E alla quale non sembrano credere più nemmeno quegli italiani un tempo vicini alla sinistra stessa. L’ultima conferma è arrivata da un sondaggio realizzato da Nando Pagnoncelli e pubblicato sulle pagine del Corriere della Sera, arrivato dopo mesi di forti tensioni tra l’Ue e il governo Meloni. (Continua a leggere dopo la foto)
L’Europa torna a ricattarci sul Mes: linea dura contro il governo Meloni, l’avvertimento dell’Ue

sondaggio italiani europa

Dalla gestione dei migranti ai soldi del Pnrr, dal Mes fino alla revisione del Patto di Stabilità, i terreni di scontro non sono certo mancati nel corso degli ultimi mesi. Con gli italiani che sembrano però aver preso una posizione molto netta. La fiducia nell’Ue, che era ancora prevalente nella popolazione una decina d’anni fa, si è infatti via via contratta. Con alti e bassi, ma senza più esere maggioranza. (Continua a leggere dopo la foto)

Oggi, soltanto il 39% degli intervistati ha dichiarato di essere ancora fiducioso nell’Ue. Il 48%, invece, ha espresso una netta sfiducia. Con differenze, ovviamente, in base all’orientamento politico. Resta alto il gradimento verso l’Europea espresso da chi è vicino al Pd, con percentuali invece molto più basse in altre aree. Il 46% ha comunque sottolineato il buon rapporto tra l’Italia e Bruxelles, lodando quindi il lavoro fatto da Giorgia Meloni sul fronte diplomatico. (Continua a leggere dopo la foto)

Quale sarebbe l’atteggiamento da tenere nei prossimi mesi con l’Ue? Qui, stando a Nando Paglioncelli, gli italiani sarebbero divisi. Il 39% ha detto di volere un pugno più duro, il 38% preferirebbe invece una maggiore collaborazione. Atteggiamento difficile, quest’ultimo, visto la recente retromarcia di Bruxelles: addio alla politica della conciliazione e ritorno al muso duro, soprattutto finché l’Italia non si arrenderà sul Mes.

Ti potrebbe interessare anche: Hanno buttato DUE MILIARDI di euro. Covid, arriva il conto da pagare e la sorpresa vi farà imbufalire