in

“Restituire tutti gli stipendi”, il Tribunale reintegra la dottoressa non vaccinata

Pubblicato il 20/07/2022 17:33

Questa volta la buona notizia arriva dalla Sardegna: è stato reintegrato il primo medico ospedaliero dell’isola che non si era rifiutato di sottoporsi alla vaccinazione anti-Covid. La giudice Eleonora Carsana del tribunale di Tempio Pausania, ha accolto il ricorso della dottoressa M. L. B., decretandone il reintegro. La dottoressa venne sospesa dal servizio dell’ospedale della città dal 26 aprile di quest’anno.
(Continua a leggere dopo la foto)

Ordinata la riammissione e la restituzione degli stipendi

L’Azienda socio sanitaria n. 2 Gallura ed il Consiglio direttivo dell’Ordine dei medici chirurghi furono gli autori del provvedimento con cui si procedeva alla sospensione dal servizio del medico. Ma ora, il giudice ha ordinato all’Asl di procedere immediatamente alla riammissione in servizio della professionista, disponendo la corresponsione degli stipendi maturati dal giorno della sospensione fino a quello di effettivo reintegro.
(Continua a leggere dopo la foto)

Illegittimità costituzionale

Secondo quanto riportato da L’Unione Sarda, l’assistita dell’avvocato Liliana Pintus, ricorrendo al provvedimento, ha denunciato l’illegittimità costituzionale dell’obbligo di vaccinazione sollevata da alcuni precedenti giuridici, chiedendo inoltre il diritto all’assegno alimentare che le era stato tolto, vincendo poi la causa. La sentenza si aggiunge alle numerose disposizioni di reintegro avvenute negli ultimi mesi.

Potrebbe interessarti anche: “Gli infermieri fanno lo slalom per attaccarci alle flebo”. Caldo, infarti e gastroenteriti, la sanità ai tempi di Big Pharma

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!
-->

“Gli infermieri fanno lo slalom per attaccarci alle flebo”. Caldo, infarti e gastroenteriti, la sanità ai tempi di Big Pharma

“Draghi al Quirinale”. Finita l’epoca “dei migliori”. Tutti contro tutti e torte in faccia: una fine meritatamente ingloriosa