Vai al contenuto

Polizia, 5 decessi improvvisi in due giorni. “Voglio sapere cos’è successo a mio figlio!” La rabbia della mamma di un agente (VIDEO)

Pubblicato il 08/02/2024 12:01
Si è tuffato in mare durante una vacanza con amici per disincagliare un’ancora. Era un esperto nuotatore ed era fisicamente integro. E aveva solo 21 anni. Ma dal mare non è più riemerso. La morte di un giovanissimo agente di polizia, Giuseppe Saudella, avvenuta a Tenerife nel Maggio dello scorso anno, è tornata al centro dell’attenzione grazie a un servizio andato in onda ieri sera a Fuori dal Coro. La trasmissione di Mario Giordano, l’unica che si occupi co regolarità di questo tema, ha intervistato Francesca, la mamma di Giuseppe. Che in una drammatica testimonianza ha ricordato come suo figlio fosse perfettamente in salute. E come il mare fosse la sua “seconda casa”. Le sue capacità come nuotatore sono fuori discussione: aveva anche il brevetto di bagnino. (continua dopo la foto)
“Per questo non posso credere che sia annegato in acque calme”. Francesca Saudella non si da pace. “Mio figlio aveva passato tutte le prove per entrare in Polizia. Io voglio sapere di preciso cos’è successo, perché sono ancora qui a chiedermelo. E a questo punto non escludo nulla. Noi non sappiamo che cosa i vaccini possano provocare. Non sappiamo se hanno potuto provocare qualcosa anche a mio figlio”. La Procura ha aperto un’inchiesta, e le indagini sulla morte del ragazzo di San Salvatore Telesino sono in corso. E la drammatica intervista con una povera mamma rimasta senza suo figlio, ma con molte domande per ora senza risposta, non è l’unico punto dolente dela trasmissione di ieri sera. C’è molto di più. (continua dopo il video) <> La tragica lista dei malori improvvisi, infatti, continua ad aumentare. Senza che nessuno dia risposte. E le Forze di Polizia sembrano essere particolarmente bersagliate da questo dramma. Lo ha affermato, sempre durante un’intervista andata in onda ieri sera, Antonio Porto. Segretario Nazionale generale del Sindacato di Polizia OSA. “Solo tra il 24 e il 25 gennaio abbiamo avuto cinque decessi per malori improvvisi nella Polizia di Stat0”, ha dichiarato Porto. “Se sommiamo anche quelli precedenti, a oggi siamo a 15 decessi per malori improvvisi in 50 giorni. Solo fra i nostri agenti”. L’OSA il 17 novembre ha inoltrato una richiesta di spiegazioni al Dipartimento di Polizia. Perché venga almeno aperta una seria indagine. Ma sino a oggi non ha ricevuto risposta.