in

Muore vigile urbano di Salerno, “poche ore prima inoculato il vaccino Pfizer”

Pubblicato il 16/03/2021 12:35 - Aggiornato il 16/03/2021 12:48

Ieri notte è deceduto un uomo di 62 anni. Intorno alle 20.30 ha presentato un malore che ne ha provocato la morte improvvisa. “Poche ore prima nell’ospedale di Sapri gli era stata iniettata una dose di Pfizer, il vaccino anti-Covidi”, riferisce l’Ansa da cui riprendiamo la notizia.

La Procura di Lagonegro (Potenza) ha disposto il sequestro della salma. Al momento -sottolinea l’Agenzia- non è possibile appurare una correlazione tra il decesso e la somministrazione del  farmaco.

Rocco Calabrese, direttore sanitario dell’ospedale di Sapri, ha rilasciato la seguente dichiarazione: “Siamo molto dispiaciuti per quanto accaduto, non è dimostrabile una relazione causale con la somministrazione del vaccino tra l’altro risulta che il paziente fosse affetto da patologie pregresse di natura metabolica e cardiocircolatoria”.

Il direttore precisa inoltre che “per il 62enne, così come previsto dalle linee guida in ambito vaccinale, a vaccinazione eseguita, sono stati rispettati i 15 minuti di osservazione, nell’arco dei quali lo stesso non ha lamentato nessun disturbo”.

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!

I ricercatori ne sono convinti: “I lockdown in questa fase sono inutili”

Sfratti, esecuzioni, licenziamenti: la grande tempesta in arrivo sulla giustizia italiana