x

x

Vai al contenuto

Partite Iva, cambia il contributo fino a 800 euro. Ecco i nuovi requisiti

Pubblicato il 09/11/2023 14:49 - Aggiornato il 09/11/2023 15:20

Novità in arrivo sul fronte Iscro, l’ammortizzatore sociale pensato per le partite Iva introdotto in via sperimentale per tre anni nel 2021 e ora confermato in maniera permanente, ma modificato, con l’ultima Legge di Bilancio. Il termine è acronimo di “Indennità straordinaria di continuità reddituale e operativa” ed è il primo supporto destinato alle partite Iva in caso di calo del reddito. il contributo varia da un minimo di 250 euro a un massimo di 800 e in base al testo della Legge di bilancio 2024 la misura diventerà un vero e proprio bonus strutturale. Ma a chi spetta questo ammortizzatore e quali sono le modalità per richiederlo? Ecco tutto quello che c’è da sapere. (Continua a leggere dopo la foto)
Pensioni, arriva il salasso. Cosa cambia (in peggio), come mutano le quote e quanto diminuiranno gli assegni

partite iva 800 euro

Il bonus viene erogato dall’Istituto di previdenza per un periodo di massimo 6 mesi e l’ammontare può variareda un minimo di 250 euro fino a un massimo di 800. L’importo versato è calcolato in rapporto al reddito dichiarato, ma solo se sotto la soglia 12mila euro annui: il tetto massimo è stato infatti innalzato nella Legge di Bilancio 2024. (Continua a leggere dopo la foto)

partite iva 800 euro

Come spiegato da Repubblica, possono fare richiesta per il bonus i lavoratori autonomi in possesso dei seguenti requisiti:

  • non essere titolari di trattamento pensionistico diretto
  • non essere assicurati presso altre forme previdenziali obbligatorie alla data di presentazione della domanda;
  • essere in regola con la contribuzione previdenziale obbligatoria
  • essere titolari di partita Iva attiva da almeno quattro anni, alla data di presentazione della domanda, per l’attività che ha dato titolo all’iscrizione alla gestione previdenziale in corso.

L’assenza o la cessazione di uno di questi requisiti fa cadere il diritto a ottenere il contributo. (Continua a leggere dopo la foto)

partite iva 800 euro

Tra le novità della legge di Bilancio, una delle principali è l’obbligo per chi richiede il contributo di dimostrare di aver subito una perdita del proprio fatturato di almeno il 70% rispetto ai due anni precedenti. Fino ad oggi, invece, era necessario dimostrare di aver percepito nell’anno precedente alla presentazione della domanda, un reddito inferiore al 50% della media dei redditi conseguiti nei tre anni precedenti. Il bonus ottenuto sarà pari al 25% dei redditi dichiarati dal libero professionista o dalla partita Iva nei due anni precedenti all’anno prima rispetto a quello in cui si effettua la domanda.

Ti potrebbe interessare anche: Hamas, il dettaglio nelle foto del massacro che apre un’altra crisi internazionale: “Vogliamo chiarimenti”