x

x

Vai al contenuto

Malore improvviso in spiaggia a 50 anni: perde i sensi e crolla sotto gli occhi del figlio e del marito

Pubblicato il 15/09/2023 12:34 - Aggiornato il 18/09/2023 13:33

Un malore improvviso sotto gli occhi di tutti, mentre stava giocando a pallavolo in spiaggia, a bagni Miramare, nel Pesarese. Una storia che per fortuna si è risolta con un lieto fine, quello di una donna di 50 anni, caduta improvvisamente a terra sotto gli occhi del marito e del figlio che si trovavano poco lontano da lei. Un dramma, raccontato dal Resto del Carlino: la signora è diventata improvvisamente bianca in volto e poi ha perso i sensi. Tra i bagnanti, alcuni sono subito intervenuti per praticarle il massaggio cardiaco, capendo la gravità della situazione, anche grazie all’utilizzo di un defribillatore presente nella struttura. Per fortuna, alla fine i tentativi di salvataggio sono andati a buon fine e la donna ha ripreso conoscienza. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> Lutto nel mondo del motociclismo: Filippo Momesso, 24 anni, stroncato da un malore improvviso
>>> In gravi condizioni il campione del ciclismo: “Malore mentre guida accanto alla moglie incinta”

Una volta arrivati sul posto, i sanitari del 118 per tre volte hanno provato a rianimare la donna e metterle anche un pace maker esterno. La tenacia di tutti ha permesso di strappare la signora, una 50enne pesarese, alla morte: ora è ricoverata in rianimazione. Chi la conosce non si spiega come possa accaduto, vista l’assenza di particolari patologie. (Continua a leggere dopo la foto)

Sono stati attimi di grande apprensione e paura, soprattutto per la famiglia della 50enne, marito e figlio che hanno assistito a quegli interminabili minuti. La signora stava giocando a pallavolo quando si è di colpo accasciata a terra: i presenti, corsi a soccorrerla, si sono subito accorti che il cuore aveva smesso di battere. (Continua a leggere dopo la foto)

I sanitari hanno continuato la rianimazione una volta sul posto. Operazione non semplice, visto che la donna era in coma. Hanno dovuto defibrillarla per tre volte. Finalmente, il cuore della donna ha ripreso a battere. Le è stato applicato un pace maker esterno. Una volta stabilizzata, è stata caricata in ambulanza e portata in ospedale, prima in emodinamica e poi in rianimazione.

Ti potrebbe interessare anche: “I miei figli non lo faranno”. La clamorosa retromarcia di Bassetti spiazza tutti: “È un errore”