in ,

La UE non è l’Europa dei popoli

ANALISI e CITAZIONI di Lorenzo Borrè.

“Quando si parla oggi di Europa, il grande rimosso è innanzitutto la stessa realtà politica e giuridica dell’Europa. Che si tratti di una vera e propria rimozione, risulta dal fatto che si evita in tutti i modi di portare alla coscienza una verità tanto imbarazzante quanto evidente: e cioè che la cosiddetta costituzione europea è illegittima.

Il testo che va sotto questo nome o non è stato sottoposto al voto popolare o quando ciò è avvenuto, come in Francia e in Olanda nel 2005, esso è stato clamorosamente rifiutato. Dal punto di vista giuridico, questo documento non è una costituzione, ma esattamente il contrario di una costituzione, cioè un accordo tra governi, la cui consistenza riguarda il diritto internazionale e non quello costituzionale.

Ancora di recente, un giurista tedesco di cui nessuno può mettere in dubbio la competenza, Dieter Grimm, ha ricordato che alla costituzione europea manca il fondamentale elemento democratico, perché essa non è in alcun modo il frutto dell’autodeterminazione dei cittadini dell’Unione.”
Giorgio Agamben

Dai giocattoli ai vestiti, così la Cina ci inonda di prodotti falsi (e pericolosi)

Caos vaccini: la Regione Lombardia blocca il secondo richiamo con AstraZeneca per gli under 60