in

La Germania sospende il vaccino AstraZeneca

Anche la Germania ha deciso di sospendere le vaccinazioni con AstraZeneca “per precuazione”. La decisione del governo, come riportano i media tedeschi, si basa su una raccomandazione dell’Istituto Paul Ehrlich, come riferito da un portavoce del ministero della Salute, che ritiene necessarie “ulteriori indagini” dopo le segnalazioni di casi di trombosi in relazione alla vaccinazione in diversi Paesi europei, compresa la stessa Germania. (Continua a leggere dopo la foto)

La somministrazione del vaccino anti-Covid di AstraZeneca è già stata sospesa anche in Danimarca, Norvegia, Islanda e a seguire anche in Bulgaria, Irlanda e Paesi Bassi. Diversi altri Paesi, compresa l’Italia, hanno invece bloccato l’utilizzo di determinati lotti del farmaco anti-Covid dell’azienda britannico-svedese “per precuazione”. La procura di Biella ha aperto un procedimento penale per omicidio colposo contro ignoti e disposto il sequestro preventivo d’urgenza sul tutto il territorio nazionale del lotto Abv5811 del vaccino Astrazeneca cui apparteneva la fiala di vaccino somministrata a Sandro Tognatti, il docente biellese deceduto il giorno dopo essersi sottoposto a vaccino. (Continua a leggere dopo la foto)

Ti potrebbe interessare anche: Il Cts si smembra: il coordinatore Miozzo lascia. Ma va dritto al ministero dell’Istruzione

La Germania è il primo grande Paese a imporre uno stop, dopo aver deciso in un primo momento di proseguire con la campagna. Tra i primi a chiedere alle autorità sanitarie di fare chiarezza è stato Markus Soeder, leader della Csu e presidente della Baviera. La mancanza di chiarezza potrebbe portare ad un “problema di accettazione” del vaccino da parte dei cittadini. (Continua a leggere dopo la foto)

Il farmaco sviluppato dall’università di Oxford, ha ribadito il governo britannico, è “sicuro ed efficace”, secondo i dati della somministrazione in corso nel Regno Unito, dove oltre 11 milioni di persone hanno già ricevuto questo farmaco.

Ti potrebbe interessare anche: Il Cts si smembra: il coordinatore Miozzo lascia. Ma va dritto al ministero dell’Istruzione

Il Cts si smembra: il coordinatore Miozzo lascia. Ma va dritto al ministero dell’Istruzione

AstraZeneca sospeso in tutta Italia. Il comunicato dell’Aifa