in

La campionessa italiana muore d’infarto a 27 anni. Continua l’anno nero dello sport

Sono cose che non si vorrebbero mai sentire. Mariasofia Paparo è morta, stroncata da un infarto a soli 27 anni. La giovane era una nuotatrice di successo, cresciuta nella provincia vesuviana di Napoli. Nondimeno, avrebbe compiuto gli anni tra meno una settimana, mentre attendeva il grande giorno del matrimonio con il suo fidanzato Matteo. L’ennesima morte di una giovane in salute che addolora l’intera comunità e l’intero Paese.
(Continua a leggere dopo la foto)

Il cuore ha ceduto

I funerali si sono celebrati alle 15:00 di martedì 12 aprile a San Giorgio a Cremano, una cittadina poco distante da Napoli che ha dato i natali anche Massimo Troisi. Tutta la comunità si è stretta attorno alla famiglia ed al suo fidanzato, compresi gli amici di una vita che ne hanno dato l’ultimo ricordo. Mariasofia era un’atleta del Posillipo Atleta Master del Circolo Nautico Posillipo, nel 2019 aveva fatto parte dello staff del Trofeo Swim4Life, valido per il Circuito Supermaster FIN. Ha fatto parte del Master Team Speedo e nel 2020 aveva partecipato alla traversata dello stretto di Messina, nonché alla Capri-Napoli.
(Continua a leggere dopo la foto)

L’ultimo messaggio del compagno

Il suo compagno, Matteo, ha pubblicato un toccante post sui social per darle un ultimo saluto: «Sei stata un angelo che ha cambiato la mia vita dandomi la forza di fare cose che non avrei mai potuto pensare di fare. Mi hai insegnato il vero amore, mi hai insegnato di nuovo a sorridere e ad essere felice. Avevamo una vita davanti e sei andata via così. Ti ho amato dal primo giorno che ti ho visto Mariasofia Paparo pronta per gareggiare insieme nel porto di baia, mi hai fatto penare nel conquistarti, ma poi avevi accettato di vivere questa fantastica avventura insieme e mi hai regalato i più bei due anni della mia vita. Io ti ricorderò così sempre, come la mia bellissima Mariasofia, e sarò per sempre il tuo ciccino. Ti amo e ti amerò per sempre amore mio».

Il cordoglio dell’Università

Il prossimo 28 aprile si sarebbe dovuta laureare all’Università Parthenope, che ha postato sui social un messaggio di cordoglio: «È scomparsa prematuramente Mariasofia Paparo, laureanda magistrale del Dipartimento di Scienze e Tecnologie. Si sarebbe laureata il prossimo 28 aprile, nuotatrice professionista. L’Ateneo partecipa al dolore della famiglia e di tutti i suoi amici».

Continua l’ecatombe degli sportivi

Appresa la notizia, in molti hanno voluto lasciare un ultimo saluto anche sui social, stringendosi al dolore di amici e parenti e ricordare Mariasofia. Un’altra giovane vita spezzata da un attacco cardiaco, che si unisce alla lunga schiera di decessi in ambito sportivo di atleti in giovane età.

Potrebbe interessarti anche: “Ora è la più alta d’Europa”. Nuovo record negativo per l’Italia: molti oneri ma nessun onore

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!

“Una nuova umiliazione”, la denuncia di Bianchini (movimento imprese Italia)

“O ci ascoltate o vi commissariamo”. La clamorosa rivincita dei medici no vax sospesi