Vai al contenuto

Troppe persone in fila per denunciare Draghi, colpo di scena: cosa succede in caserma

Pubblicato il 03/02/2022 08:24 - Aggiornato il 07/12/2022 18:14

Alla caserma dei carabinieri di Bari, nella giornata di mercoledì 2 febbraio, si sono presentate centinaia di persone per depositare la denuncia contro il presidente del consiglio Mario Draghi preparata da ItalExit. Secondo i carabinieri, c’erano troppe persone, e così è arrivata la polizia. I militari inoltre hanno detto ai cittadini che fosse necessaria la denuncia in triplice copia (mentre in tutte le altre città ne hanno sempre richieste due). Le operazioni sono dunque andate a rilento, facendo così aumentare la fila di persone. A quel punto il colpo di scena: arrivano le camionette della Polizia per fare il servizio d’ordine davanti alla caserma dei Carabinieri, in una sorta di grande cortocircuito delle forze dell’ordine. (Continua a leggere dopo la foto)

Alla fine – raccontano gli attivisti di ItalExit – i carabinieri hanno accettato di fare entrare due persone, a patto che queste raccogliessero tutte le denunce degli altri partecipanti. “Scene surreali in un paese ormai in lockdown burocratico”, scrive il partito nella pagina Facebook ufficiale. A denunciare Draghi c’erano dunque privati cittadini, aderenti al partito “Italexit” e a un gruppo denominato “Agorà per la Libertà”. La caserma prescelta è stata quella in via Tanzi, al quartiere Madonnella di Bari. Le persone hanno aderito alla denuncia stilata dallo Studio Legale Marco Mori con sede a Genova e Rapallo, che denuncia il “Governo Draghi e i suoi Ministri”. (Continua a leggere dopo la foto)

L’iniziativa, sottoscritta dallo Studio Legale e partita da Italexit, il partito fondato dal Senatore Gianluigi Paragone, intende “consegnare alle autorità competenti un Atto di denuncia – Querela a carico del Presidente Draghi per il ricatto vaccinale e il lasciapassare verde”. Non solo a Bari, le persone hanno preso parte all’iniziativa facendo la stessa cosa anche a Lecce e Foggia, presso le caserme delle Forze dell’Ordine per sottoscrivere e sporgere la denuncia. La denuncia alla Procura della Repubblica contro il Presidente Mario Draghi e gli altri Ministri del Governo è in base, come si apprende dall’atto, all’articolo 610 c.p.

Ti potrebbe interessare anche: “Dose fatale”. Carabiniere morto dopo la vaccinazione, ora è ufficiale