in

“In arrivo un’altra pandemia, ancora più letale”: Bill Gates veste i panni del profeta dell’Apocalisse

Da tempo, ormai, Bill Gates pontifica sulla pandemia e sulla nascita di “un nuovo mondo” successivo all’emergenza Covid. Plasmato sulle esigenze sue, ovviamente, e dei super-ricchi che si candidano a governare il pianeta. Il tutto intervallato da moniti su altri, pericolosissimi virus in arrivo, pronti a decimare l’umanità. Profezie apocalittiche che fondatore di Microsoft ha ribadito anche in una recente intervista rilasciata a Forbes.

Gates ha rivolto un appello a tutti i Paesi del mondo, invitandoli a contribuire maggiormente per preparare i Paesi ad affrontare la prossima epidemia globale. Specificando poi che “che mentre le varianti Omicron e Delta del coronavirus erano alcuni dei virus più trasmissivi mai visti”, il mondo potrebbe dover affrontare un agente patogeno altrettanto contagioso, ma con un tasso molto più elevato di mortalità.

Gates ha spiegato che “le priorità del mondo sono strane” ed è toccato ai filantropi e ai governi ricchi affrontare l’iniquità del vaccino: “Quando si parla di spendere miliardi per risparmiare trilioni di danni economici e decine di milioni di vite, direi che è una polizza assicurativa piuttosto buona”.

Infine, il fondatore di Microsoft ha sottolineato come i due grandi finanziatori dello sviluppo del vaccino durante la pandemia di Covid-19, Cepi e il governo degli Stati Uniti, sono stati “coraggiosi nel mettere a rischio i propri soldi per creare ampi portafogli di potenziali vaccini”. Non manca chi, tra gli utenti, con un pizzico di sarcarsmo si è chiesto: “Quanta preoccupazione, caro Bill. Non è per caso sei preoccupato dall’idea di un calo di fatturato?”.

Ti potrebbe interessare anche: Propaganda Live, bufera su Makkox per un tweet volgare e sessista

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!

“No alla discriminazione dei non vaccinati, il diritto alla salute è per tutti”: l’appello del capo del sindacato dei medici

Da chi viene l’ultimo allarme sul 5G: ora ne parlano tutti, e non c’entra il complottismo