Vai al contenuto

Il Green pass resterà in vigore. Il sottosegretario Costa spiega fino a quando e in che modo

Pubblicato il 08/02/2022 09:37

Mentre i governi di tutta Europa hanno già inserito la retromarcia e stanno tornando rapidamente alla vita pre-pandemia, abolendo a gran velocità norme e restrizioni che ancora gravavano sulla popolazione, Draghi e i suoi ministri continuano a tirar dritto per la loro strada. Insistendo sull’obbligo vaccinale, nonostante i dati sottolineino da tempo come anche chi riceve le dosi è poi in grado di contagiarsi e infettare gli altri. E sul Green pass, con il quale a quanto pare saremo ancora costretti a convivere per un bel po’. La conferma è arrivata in queste ore dalla parole di Andrea Costa, esponente di Noi Italia e sottosegretario al ministero della Salute di Roberto Speranza.

Intervistato dal Messaggero, Costa ha infatti spiegato: “Giusto mantenere il Green pass fino all’estate, mentre per altre attività, soprattutto quelle all’aperto, possiamo rinunciare anche prima”. Inutile, dunque, sperare che dalle parti dell’esecutivo possano ravvedersi per tempo e mettere mano a un provvedimento che molti italiani continuano a percepire come inutile e ingiusto, pensato per rendere di fatto la vita impossibile a chi ancora rifiuta di sottoporsi all’inoculazione del vaccino.

Sul fronte dell’obbligo di mascherine all’aperto e della chiusura delle discoteche, Costa non ha dato certezze, limitandosi ad auspicare che “si vada nella direzione di non rinnovare queste due ordinanze perché sarebbe un modo per infondere fiducia ai cittadini e sarebbe il segno dell’inizio di una nuova fase”. In caso di riapertura, le discoteche potranno tornare a svolgere regolarmente la propria attività “con la capienza del 50% al chiuso e l’obbligo del Super Green pass”.

Tornando al Green pass, Costa ha spiegato: “Quando è stato introdotto ha permesso la riapertura delle attività economiche. E aveva altre due funzioni: è stato utile per fare tracciamento e seguire la circolazione del virus. Successivamente con la versione rafforzata ha incrementato la campagna vaccinale”. Per parlare di allentamenti e abolizione delle restrizioni, secondo il sottosegretario, bisognerà però “attendere il completamento della campagna per la terza dose”.

Ti potrebbe interessare anche: Vaccinato con doppia dose, muore di Covid il professor Reitani, ex assessore a Udine