in

Le gaffe di Rosato per lo “splendido risultato” alle amministrative: i social lo massacrano

Fantastico Ettore Rosato, il braccio destro di Renzi. Per far capire quanto è messa male Italia Viva, basta riprendere un tweet di Rosato dopo le elezioni comunali che si sono svolte il 3 e 4 ottobre scorsi. A quanto pare anche loro hanno vinto alcune amministrative. Altro che le battaglie per Roma o Milano, Napoli o Trieste, no! Ettore Rosato si è speso in un tweet per celebrare la vittoria di Italia Viva a… tenetevi forte… Terzorio! Dov’è? Cos’è? Quanti abitanti ha? Chi competeva? E proprio qui viene il bello… (Continua a leggere dopo la foto)

Terzorio è un comune di soli 234 abitanti, in provincia di Imperia, dove il candidato di Italia Viva – badate bene – era l’unico candidato! Ci sarebbe pure mancato che non avesse vinto… Ma il risultato non era per nulla scontato: nonostante fosse l’unico, ha pure rischiato di perdere, perché ben 51 elettori sul totale degli aventi diritto a votare non ci sono nemmeno andati. Però per Italia Viva questa vittoria è stata super, degna di essere celebrata su tutti i social, parlando di “risultato straordinario”. (Continua a leggere dopo la foto)

Ettore Rosato ha poi festeggiato anche l’elezione di Alessandro Di Santo, riconfermato a Castelvenere (1.172 elettori) con un plebiscito, dato che ha preso l’89,2 per cento. Un po’ più pesante la vittoria a Rignano Flaminio, in provincia di Roma, dove il renziano Vincenzo Marcorelli ha avuto la meglio con 2.681 voti su Letizia Esposito. (Continua a leggere dopo la foto)

Anche Renzi non è stato da meno, che sempre su Twitter si è ventato dei “nostri candidati già eletti sindaci al primo turno”. E ha aggiunto: “A chi ironizzava sui sondaggi faccio notare che quasi ovunque le nostre liste sono davanti ai 5 Stelle e spesso decisive per la vittoria dei candidati. I cittadini che hanno conosciuto le amministrazioni dei 5 Stelle scappano a gambe levate, si vedano gli esempi di Torino e Roma”.

Ti potrebbe interessare anche: L’Aifa è sotto inchiesta: qual è l’accusa della Corte dei Conti. Tremano i vertici della sanità italiana

Prof contrario al Green Pass non fa lezione a Roma: la protesta e lo scontro con la preside

5 giorni di sciopero contro il Green pass: la protesta al via il 15 ottobre