in

Covid, disastro Israele. Il record degli ultimi sei mesi

Pubblicato il 10/08/2021 13:55 - Aggiornato il 10/08/2021 14:09

Per la prima volta in sei mesi Israele -tra i primi Paesi ad aver iniziato la campagna vaccinale anti-Covid a tappeto- segnala il record di numero di contagiati. Il dato, il più alto dallo scorso 8 febbraio, risulta con più di 130.000 esami effettuati. (Continua dopo la foto)

Stando ai dati che vengono riferiti dal ministero della Salute e che noi riprendiamo da Adnkronos e dal Jerusalem Post, in Israele sono segnalati più di 6.000 contagi di coronavirus nella giornata del 10 agosto. Dalla mezzanotte di lunedì, riportano i media israeliani, sono “almeno 6.275 le persone risultate positive al test”. (Continua dopo la foto)

 Il dato di positività è pari al 4,8%, di cui almeno 394 pazienti sono ricoverati in condizioni gravi. Questo sarebbe “il dato più preoccupante da marzo”, rileva il sito di notizie Ynet, mentre il Jerusalem Post sottolinea come “una settimana fa fossero 232 i pazienti gravi”.

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!
-->

Consenso (dis)informato: cosa non ci dicono al momento della vaccinazione

Francia, per il Green pass partono i controlli delle forze dell’ordine: Stato di polizia?