in

Cambia il bugiardino Pfizer. E scopriamo una lunga lista di “possibili effetti indesiderati”

Dopo settimane di polemiche sugli effetti indesiderati dei vaccini, con tanto di sospesione di alcuni farmaci in diversi Paesi del mondo e con la corsa al rifiuto dei cittadini, comprensibilimente preoccupati di fronte alla totale mancanza di trasparenza in merito, anche ccini ed effetti indesiderati, ecco arrivare l’aggiornamento dell’Ema in merito al bugiardino di Comirnaty, il siero Pfizer introdotto sul mercato per combattere la diffusione del Covid-19. Con tanto di elenco di conseguenze, non troppo piacevoli, che potrebbero essere legate alla somministrazione e che soltanto oggi vengono messe nero su bianco dall’Agenzia Europea del farmaco.

Ecco allora riportato alla gentile attenzione del paziente, che fin qui si sottoponeva al trattamento senza troppe remore almeno quando si trattava del farmaco Pfizer, che tra le possibili conseguenze ci sono “nausea e vomito”, anche se si specifica che la percentuale di persone che hanno riportato questi effetti indesiderati è inferiore al 10%. E ancora: “Possibile dolore nel braccio in cui il vaccino viene iniettato e reazioni allergiche quali eruzione cutanea, sensazione di prurito, esantema pruriginoso e rapida comparsa di tumefazione sottocutanea”.

“Gli effetti più comuni – si legge ancora nel bugiardino Pfizer Biontech aggiornato – sono stati solitamente lievi e moderati e sono migliorati entro pochi giorni dalla vaccinazione”. Il tutto proprio mentre il farmaco sembra aver addirittura superato AstraZeneca per il numero di segnalazioni, in Italia, relative al manifestarsi di effetti indesiderati dopo la somministrazione. Stando agli ultimi dati dell’Aifa, l’Agenzia italiana del farmaco, nel nostro territorio l’81% delle chiamate in merito arriva dopo l’assunzione del vaccino Pfizer, il 17% da AstraZeneca e il 2% da Moderna.

Numeri che vannoovviamente rapportati anche alla diffusione del vaccino sul nostro territorio, con Pfizer che è in questo senso il più utilizzato. Ma che ancora una volta sollevano dubbi in merito a vaccini che i governi hanno pagato a peso d’oro e che, col passare del tempo, continuano a sollevare dubbi circa l’efficacia e le possibili conseguenze. Con nessuna autorità sanitaria che si prende davvero la briga di chiarire una volta per tutte i tanti, troppi misteri.

Ti potrebbe interessare anche: La Raggi ha scelto: l’esperta di Burlesque è la nuova assessora alla cultura di Roma

Gli italiani insorgono contro il coprifuoco, e sui social spopola #ioil22nonlovoglio

Lo studio che smentisce il governo: “Il coprifuoco non serve”