in

Burioni si tradisce in diretta TV e svela la verità sul vaccino anti Covid. Fazio lo blocca: cosa ha detto

Pubblicato il 03/06/2022 08:17 - Aggiornato il 03/08/2022 14:01

Sarà stato questo primi caldo, sarà stata un po’ di stanchezza o un leggero abbassamento della pressione… Fatto sta che Roberto Burioni, il televirologo per eccellenza, il portabandiera del vaccinismo Covid, ha avuto un momento di defaiance e si è fatto scappare la verità. È stato certamente un lapsus per lui, ma ormai gli è scappato ed è stato messo agli atti. È successo che domenica, nel salotto di “Che tempo che fa“, la sua trasmissione preferita, dove è ospite fisso fin dall’inizio della pandemia per raccontare i dati (a modo suo, si intende) e per portare avanti a tamburo battente la propaganda vaccinista, Roberto Burioni s’è lasciato scappare una mezza frasetta piuttosto ambigua. E indicativa. Cosa ha detto? (Continua a leggere dopo la foto)

Come racconta anche la redazione di Nicola Porro, “si parlava di vaiolo delle scimmie e, ovviamente, anche questa occasione era buona per glorificare le sacre iniezioni. A ragione, per carità: nel caso del vaiolo umano, i vaccini hanno realmente permesso l’eradicazione di una patologia terribile, che ha falcidiato per millenni l’umanità”. E infatti Burioni ha commentato: “Abbiamo un vaccino estremamente efficace”, che agisce anche contro la variante che ora sta spaventando l’Europa. Ma subito dopo, lo scienziato ha fatto come per aggiungere un altro concetto: “Non è il Covid, ecco… Con il quale il vaccino…”. E s’è fermato lì. Cosa stava per dire Burioni? (Continua a leggere dopo la foto)

Stava per dire quello che ormai tutti sanno, lui compreso, perché le evidenze scientifiche, la controinformazione, i team di ricerca indipendenti e mille altri fattori hanno dimostrato che questo vaccino è stato un clamoroso autogol contro la pandemia. Il vaccino “nel nome della quale abbiamo ricattato gli italiani, raccontando loro che il green pass garantiva di trovarsi tra persone non contagiose (copyright Mario Draghi), in realtà, a paragone con la Ferrari dei vaccini, cioè il medicinale antivaiolo, funzionicchia”. Burioni stava per dire che il preparato di Pfizer & Co non sterilizza affatto e, anzi, con Omicron fa ampiamente cilecca? E che, addirittura, nella versione “booster”, ultimamente si sta rivelando poco efficace nella popolazione under 60? (Continua a leggere dopo il video)

Con scarsi o nulli vantaggi aggiuntivi della terza dose, rispetto al ciclo primario somministrato addirittura da oltre 120 giorni (dati Iss). Mistero. Fatto sta Fabio Fazio, una frazione di secondo dopo, timoroso di quel che Burioni, preso dalla defaiance, stava per dire, lo ha interrotto Burioni. Salvando lui e se stesso dalla storica ammissione.

Ti potrebbe interessare anche: Paragone: “Sciopero della scuola, Italexit al fianco di personale scolastico e studenti. No ai nuovi tagli alla spesa voluti da Draghi”

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!
-->

Stefano a 34 anni muore durante la gara. Ruggero a 48 dopo la partita di padel

Immondizia e machete, le città amministrate dal Pd sono allo sfascio. Un giorno di ordinaria follia