Vai al contenuto

“So solo rubare, guadagno fino a 1.000 euro al giorno”. L’agghiacciante confessione della borseggiatrice di Milano

Pubblicato il 17/03/2023 13:33

“Guadagna”, giusto usare le virgolette, anche mille euro al giorno. E non si dice affatto pentita di quello che fa, anzi: “So soltanto rubare“. Si è giustifica così una delle tante borseggiatrici che ogni giorno mette a segno colpi a scapito di cittadini e turisti, una donna di 29 anni arrivata in Italia dalla Bosnia, dove vive ancora la sua famiglia, e con 9 figli. “Di loro se ne occupa mio marito, che non lavora. Mantengo io la famiglia: mando i soldi a casa e non sono pochi. È capitato che in un giorno mettessi in tasca 1.000 euro, un’eccezione, perché anche 500 sono una fortuna ora che la gente gira con poco contante. Io però ho pazienza. Sette giorni su sette, dalla mattina alla sera”. A raccogliere la sua agghiacciante testimonianza è stato il Corriere della Sera. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> “Rubare è il mio lavoro, alla polizia non interessa”. Poi insulti e sputi a Striscia La Notizia (VIDEO)

borseggiatrice milano 1.000 euro

Come rivelato dalla stessa borseggiatrice, che opera a Milano, per colpire i passanti “studio le movenze e scelgo le vittime”. Nemmeno la scelta del luogo è casuale: “Mi apposto nei pressi dei distributori automatici di biglietti, così posso vedere dove il passeggero ripone il portafoglio. Quando decido di entrare in azione, seguendo il soggetto a mio giudizio più vulnerabile, spesso donne, mi sfilo il giubbotto e me lo porto al braccio, nascondendo la mano con cui frugherò nella sua borsa”. (Continua a leggere dopo la foto)

La donna ha spiegato: “Se pesco uno smartphone va bene uguale”. I genitori, che a loro volta erano pratici di furti, vantano ben due case di proprietà. Una si trova proprio nel capoluogo lombardo, un’altra in Spagna. (Continua a leggere dopo la foto)

“Mi ha insegnato tutto mia zia a 13 anni – ha spiegato la donna – ci insegnava il mestiere nella metropolitana di Roma. Tuttora mi divido tra Milano e la Capitale, dove abbiamo un altro tetto. Mi sposto in treno, non ho la patente né una vita sociale: mio marito è molto geloso. Mi concedo giusto qualche cena al ristorante”. Pentimenti? “Solo a volte“.

Ti potrebbe interessare anche: “Boom di furti nelle abitazioni”. Criminali senza freno grazie anche a un nuovo trucchetto. Lamorgese dove sei?