in

Arriva il soccorso azzurro! Berlusconi salva Conte: “I nostri voti per il bene del Paese”

Conte è in palese difficoltà. L’opinione pubblica non sta più con lui, la maggioranza si spacca (con Renzi che dà bordate un giorni sì e l’altro pure), i sondaggi calano e gli italiani non si fidano più. Così, nel bel mezzo della tempesta, ecco arrivare il “soccorso azzurro”. È infatti Silvio Berlusconi in persona a tendere una mano (certamente non disinteressata) al premier: “Esiste un interesse nazionale preminente – spiega Berlusconi in un’intervista al Giornale – che deve portare ad unire gli sforzi. Forza Italia si è resa da subito disponibile a lavorare in questo spirito. Nessun voto per salvare il governo, tutti i voti necessari per fare le cose utili al Paese”.

Aggiunge Berlusconi: “Per esempio se il Mes, che è indispensabile per dare fondi a un tasso straordinariamente conveniente alla nostra sanità (e mettere così in sicurezza gli italiani), venisse portato in Parlamento, i nostri voti sarebbero certamente a favore, come diciamo da mesi. Altra cosa è un sostegno politico al governo. Il premier Conte ha un compito molto difficile e una maggioranza composita e conflittuale da tenere insieme. Forse per questo ha evidenti difficoltà a coinvolgere l’opposizione”.

“Noi – spiega ancora Berlusconi al Giornale – abbiamo chiesto un ascolto che non sia solo formale. Non abbiamo bisogno di atti di cortesia, vogliamo collaborare concretamente a far uscire il Paese da una situazione drammatica. Dobbiamo essere uniti nella lotta all’emergenza, ciascuno nei rispettivi ruoli di maggioranza e opposizione. Siamo all’inizio della sessione di bilancio, possiamo lavorare insieme, maggioranza e opposizione, per garantire al Paese le risorse necessarie a superare la doppia crisi: quella sanitaria e quella economica”.

“Da mesi – conclude Berlusconi – in tutte le interviste avevo messo in guardia contro questo rischio concreto, purtroppo anticipato dall’esperienza di altri paesi. Ora la situazione si è aggravata come temevo. E anche la nuova crisi temo, non sarà breve. Dobbiamo cambiare approccio: non più inseguire, ma anticipare, le necessità di spesa con tutte le risorse già disponibili in Ue, come ci raccomanda sempre il Presidente Mattarella».

Ti potrebbe interessare anche: “Fossi Conte godrei nel vedervi morire come mosche”. Scanzi condivide il post del fan: è bufera

Tamponi (non troppo) rapidi: il piano del governo per i controlli è in alto mare

Whirlpool, la rabbia degli operai a Napoli: bloccata l’autostrada A1