x

x

Vai al contenuto

“Il vaccino può causare trombosi mortali”. Il colosso farmaceutico lo ammette in tribunale, ora è svolta. Cosa è successo

Pubblicato il 30/04/2024 09:19
AstraZeneca

Dalla Gran Bretagna arriva una notizia potenzialmente esplosiva. L’azienda farmaceutica AstraZeneca, tra i leader mondiali nella produzione di vaccini contro il Covid, ha ammesso per la prima volta in un tribunale che il suo prodotto anti-Covid può causare come effetto collaterale “trombosi mortali”. Nel fare questa ammissione, l’azienda ha prontamente aggiunto che la reazione è estremamente rara. Anche se è proprio per questo che AstraZeneca è al centro di un’azione collettiva multimilionaria intentata da dozzine di famiglie le quali affermano che loro, o i loro congiunti, sono stati mutilati o uccisi da questo vaccino. AstraZeneca ha riconosciuto in un documento legale presentato all’Alta Corte a febbraio che il suo vaccino “può, in casi molto rari, causare TTS”. Che cosa è la TTS? (Continua a leggere dopo la foto)
>>> Susanna Tamaro attacca i vaccini sul Corriere, scoppia lo scontro con Burioni: le parole della scrittrice

È l’abbreviazione di trombosi con sindrome trombocitopenica, una condizione medica in cui una persona soffre di coaguli di sangue insieme a un basso numero di piastrine. Sebbene accettato come potenziale effetto collaterale da due anni, segna la prima volta che la società ha ammesso in tribunale che il suo vaccino può causare la condizione, come riferisce il Telegraph.L’ammissione di AstraZeneca dunque potrebbe ora portare a pagamenti caso per caso. AstraZeneca ha dichiarato in un comunicato: “La nostra solidarietà va a chiunque abbia perso i propri cari o abbia riportato problemi di salute. La sicurezza del paziente è la nostra massima priorità e le autorità di regolamentazione hanno standard chiari e rigorosi per garantire l’uso sicuro di tutti i medicinali, compresi i vaccini. Dall’insieme delle prove raccolte negli studi clinici e dai dati del mondo reale, è stato continuamente dimostrato che il vaccino AstraZeneca-Oxford ha un profilo di sicurezza accettabile e gli enti regolatori di tutto il mondo affermano costantemente che i benefici della vaccinazione superano i rischi di effetti collaterali potenzialmente estremamente rari”. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> “Assalto alla pensione!”. Ecco i piani del summit su come “trasformare” i pensionati italiani in polli da spennare

I contribuenti pagheranno il conto di qualsiasi potenziale risarcimento a causa di un accordo di indennizzo che AstraZeneca ha concluso con il governo nei giorni più bui del Covid per ottenere i vaccini il più rapidamente possibile. Fin qui Londa ha staccato 163 assegni di indennizzo. E l’Italia? L’Italia resta al palo, anche se la nuova dichiarazione di AstraZeneca potrebbe smuovere qualcosa, soprattutto se si pensa alla tragica morte della giovanissima Camilla Canepa, morta a 18 anni con il vaccino inglese. L’azienda aggiunge inoltre che il fattore scatenante che fa sì che alcune persone soffrano di TSS a causa del vaccino AstraZeneca è sconosciuto e può verificarsi anche in persone indipendentemente da qualsiasi vaccino. Infine, “AstraZeneca nega che la sua nuova dichiarazione rappresenti un’inversione di marcia rispetto al riconoscimento che il suo farmaco può causare TTS nei documenti giudiziari”.

Ti potrebbe interessare anche: Giordano scrive a Fassino dopo il “furto” del profumo: “Caro Piero, cosa gli fai alle donne…”