in

Arriva la quarta dose! Da Israele l’annuncio che apre le porte alla vaccinazione infinita

Il governo Draghi marcia dritto verso la vaccinazione obbligatoria, già anticipata dallo stesso premier e da vari esponenti del suo governo qualora i numeri, di qui ai prossimi mesi, non dovessero essere quelli fissati dai virologi-santoni. Con il Green pass che, nel frattempo, sarà esteso a più settori possibili, così da rendere di fatto impossibile la quotidianità delle persone che rifiutano ancora di allinearsi al pensiero unico della dittatura sanitaria. All’estero, intanto, si ragiona già non solo sulla terza dose, ma anche sulla quarta, a conferma di come ormai si ragioni nell’ottica di una campagna vaccinale infinita, permanente.

Arriva la quarta dose! Da Israele l’annuncio che apre le porte alla vaccinazione infinita

La notizia arriva da Israele, Paese che si è lanciato prima in una somministrazione massiccia delle canoniche due dosi alla popolazioni, poi anche nella terza. Non ottenendo, però, i risultati sperati, visti i picchi di contagi esplosi lungo tutto il territorio nazionale e che hanno spinto tanti esperti a mettere in discussione la reale efficacia dei farmaci. Anche oltre i confini, però, esistono esperti-vip onnipresenti sul piccolo schermo sempre pronti a dettare nuove tabelle di marcia, senza mai fermarsi per analizzare gli errori commessi.

Ecco arrivare, allora, le dichiarazioni dell’epidemiologo israeliano Salman Zarka, che in una recente apparizione televisiva ha dichiarato che il virus continuerà a circolare ancora per molto, molto tempo e che quindi l’unica soluzione possibile è continuare a vaccinarsi. Per quanto? Probabilmente in eterno, secondo le sue previsioni. Come riportato dal Daily Mail, però, la notizia è che l’esperto ha anticipato l’arrivo della quarta dose, per la quale il governo è già al lavoro in modo da scandire il prima possibile le tappe della somministrazione ai cittadini.

Parole che hanno scatenato un forte dibattito anche all’interno dei confini nazionali, visto che in molti sottolineano come fin qui la campagna vaccinale non abbia dato i suoi frutti. Il Paese, in queste settimane, ha infatti vissuto il suo record di nuovi positivi da mesi a questa parte, molti dei quali avevano già ricevuto entrambe le dosi. Salman Zarka ha affermato che la prossima dose potrebbe subire delle lievi modifiche per essere più diretta alle nuove varianti del Sars-CoV-2, come ad esempio la variante Delta, considerata ancora molto infettiva.

Ti potrebbe interessare anche: Vaccino, 2,4 morti al giorno segnalate all’Aifa. Affaritaliani manda in tilt l’Agenzia

Vaccino, 2,4 morti al giorno segnalate all’Aifa. Affaritaliani manda in tilt l’Agenzia

Ragazzina di 14 anni in coma. Due giorni prima aveva ricevuto la seconda dose di Pfizer