in

Obbligo vaccinale e multe ai No vax, il governo ha deciso: il retroscena di Affari

Pubblicato il 03/01/2022 09:25 - Aggiornato il 03/08/2022 14:26

Secondo quanto riferito da Affaritaliani.it – citando fonti interne alla maggioranza – mercoledì 5 gennaio il governo Draghi deciderà di introdurre il vaccino obbligatorio per tutte le persone dai 18 anni in su. Non solo. “Ci sarà anche l’estensione del Super Green Pass per lavorare. Ciò vuol dire che il certificato verde sarà obbligatorio per ogni tipo di lavoro, sia nel settore pubblico sia in quello privato. Con l’introduzione dell’obbligo vaccinale per legge verranno anche definiti gli eventuali indennizzi in caso di danni collaterali legati alla vaccinazione contro il Covid-19”. (Continua a leggere dopo la foto)

Per chi deciderà nonostante tutto di non inocularsi il vaccino, stando alle ipotesi al vaglio dell’esecutivo, “potrebbero essere previste sanzioni simili a quelle in vigore in Austria, dove sono previste multe da 600 a 3.600 euro per i No Vax. A partire probabilmente dalla fine di gennaio, dopo un breve periodo transitorio, il Super Green Pass sarà obbligatorio per ogni tipo di attività. In sostanza, gli over 18 che non saranno vaccinati, oltre a dover pagare una sorta di contributo economico al Sistema Sanitario Nazionale, potranno recarsi soltanto in farmacia, in ospedale o al supermercato per fare la spesa”. (Continua a leggere dopo la foto)

Possibili restrizioni per i No Vax anche per le visite private da parenti e amici. “In sostanza, verrà introdotto contestualmente all’obbligo di vaccino una sorta di lockdown per i No Vax”. L’ultimo barlume di democrazia viene così messo da parte. Il governo tira dritto per la sua strada e ignora dati e analisi che rendono questa decisione una follia ingiustificata. Mentre negli altri Paesi tolgono le restrizioni e ipotizzano (come nel caso di Israele) di procedere al contagio di massa per uscire dalla pandemia, da noi si proroga lo stato d’emergenza, si impongono lockdown e si estende il Super Grenn Pass. È gravissimo.

Ti potrebbe interessare anche: “Basta con la dittatura deÈ Èi talk show contro i no vax”: l’appello di Celentano

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!

Green pass, scadenza ogni 4 mesi. La nuova stretta ai diritti parte dalla Francia

Super Green pass per tutti i lavoratori: ecco la soglia che farà scattare la nuova stretta