in ,

Aveva da poco compiuto 18 anni. L’ennesimo malore improvviso e un “mistero” che non si può più nascondere

Pubblicato il 11/09/2022 12:21 - Aggiornato il 11/09/2022 12:35

Le morti a seguito di malori improvvisi continuano, ma finalmente la scienza inizia ad accorgersi che qualcosa davvero non va e che i conti decisamente non tornano. È il caso del prestigioso quotidiano tedesco Welt che pubblica un report in cui parla espressamente di “morti misteriose in Germania ed Europa” indicando scostamenti rispetto alle medie pre-pandemia con percentuali inquietanti o quello dei dati diffusi dalle compagnie assicurative che segnalano un raddoppio delle morti rispetto all’anno scorso. (Continua dopo la foto)

È in questo drammatico e “misterioso” quadro che ad Ascoli Piceno si è consumata l’ennesima incredibile tragedia. Nella giornata di ieri Lorenzo Squillace, da poco diciottenne, ha accusato un improvviso malore. Il ragazzo, immediatamente trasportato al Pronto Soccorso dell’Ospedale Madonna del Soccorso e nonostante le celeri cure dei sanitari, nell’arco di pochi minuti è spirato nello sgomento dell’intera comunità. Straziante la scoperta della madre Paola che lo aveva appena lasciato all’ospedale sambenedettese per parcheggiare l’auto. (Continua dopo la foto)

Immediatamente disposta l’autopsia che si spera poss chiarire le cause della prematura dipartita del diciottenne: “Lorenzo neanche beveva alcolici – ha dichiarato il suo migliore amico- era atletico, fisico asciutto. ma pieno di energia. Non è giusto morire così”. Nell’estate appena finita aveva lavorato nel servizio di salvataggio in mare in quanto provetto nuotatore. Un ragazzo sano, senza alcun problema fisico. Un nuovo ennesimo mistero da chiarire

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!
-->

“Pianificare l’eventualità di nuove restrizioni”. Se pensavate che si fossero arresi vi sbagliavate

Ora è vietato anche il caminetto. In molte regioni l’alternativa al gas non potrà essere la legna da ardere