in

“Morti misteriose in Germania ed Europa”. Il grande giornale tedesco lancia l’allarme: Percentuali altissime

Pubblicato il 09/09/2022 20:01 - Aggiornato il 09/09/2022 20:03

Un articolo dell’autorevole quotidiano tedesco “Welt” accende i riflettori su un problema che sta affliggendo tutta Europa. Gli esperti chiamano il fenomeno “eccesso di mortalità”: il Vecchio Continente registra attualmente tassi di mortalità insolitamente elevati. Il Welt sentenzia perentorio “Il Covid non può essere la ragione diretta di una simile ondata di morti”. Ma allora di cosa si tratta? Il quotidiano tedesco cerca di far luce sulla questione analizzando una serie di dati relativi a Spagna, Portogallo, Inghilterra e Germania.
(Continua a leggere dopo la foto)

Il quotidiano mette a confronti i dati di alcuni Paesi, prendendo in esame i dati Eurostat. Proprio l’agenzia statistica dell’Unione Europea ha riportato a giugno i maggiori aumenti di mortalità nei paesi della penisola iberica. La Spagna con il 17% ed il Portogallo con il 24%. Entrambi sono tra i Paesi che hanno imposto le misure di lockdown più dure, tra cui un rigoroso coprifuoco e una sospensione temporanea di quasi tutta l’attività economica. La situazione dei pronto soccorso di alcuni grandi ospedali spagnoli ricorda molto quella che ben conosciamo anche in Italia: interminabili file di pazienti che si affollano nei corridoi, in attesa di un medico. I medici di Madrid riferiscono di dover curare tra i 50 ei 70 pazienti ogni giorno. Allo stesso tempo, più di 700.000 pazienti sono in lista d’attesa per interventi chirurgici, il numero più alto nella storia della Spagna.
(Continua a leggere dopo la foto)

La Società spagnola di oncologia medica stima che un caso di cancro su cinque non sia stato rilevato durante le ondate più forti della pandemia. “I pazienti stessi evitavano le consultazioni. Sapevano che i medici non sarebbero stati in grado di trattarli bene”, afferma Joan Caylà, epidemiologa e presidente della Fondazione del Centro di ricerca sulla tubercolosi di Barcellona. “Anche malattie soggette a denuncia come l’AIDS o la tubercolosi sono state messe da parte”. Una situazione del tutto analoga alla nostra, di cui tra l’altro avevamo parlato in tempi non sospetti, proprio su queste pagine. In Inghilterra, i calcoli del modello relativo all’aumento della mortalità per cancro, dicono che si registrerà un incremento che andrà dal 5 al 17% entro il 2027. Il motivo è la diagnosi ritardata a causa dei lockdown e delle restrizioni. In Germania, Destatis prevede che ci vorranno anni per elaborare le cause della morte. “Le pubblicazioni corrispondenti che possono portare maggiore chiarezza qui non sono ancora disponibili”, afferma zur Nieden. Nel frattempo, in Inghilterra, lo storico Lord Jonathan Sumption ha recentemente riassunto la situazione sul Times : “La verità sul lockdown viene gradualmente ammessa. E’ stato un disastro”.
(Continua a leggere dopo la foto)

Se facciamo un raffronto con i numeri disponibili prima della pandemia, scopriamo che circa 141.000 casi di malattie cardiache, 60.000 casi di diabete e 26.000 casi ictus sono rimasti inosservati. Nello stesso periodo, gli istituti di statistica hanno registrato un significativo aumento dell’alcolismo e delle malattie mentali. Per la prima volta dall’inizio della pandemia, i dati mostrano che i blocchi e le restrizioni hanno mietuto un numero enorme di vittime. Il conteggio dei decessi, infatti, è aumentato del 24% alla fine di luglio.
(Continua a leggere dopo la foto)

Anche in Germania è stata documentata una significativa mortalità in eccesso. Secondo una proiezione dell’Ufficio federale di statistica (Destatis), a luglio sono morte 85.285 persone. Un numero agghiacciante se si pensa che l’incremento è del 12% al di sopra della media per gli anni dal 2018 al 2021 per questo mese. Parliamo di ben 9.130 casi in più. Nella settimana che va dal 18 al 24 luglio, il numero di decessi è addirittura aumentato del 24 percento. “Per interpretare l’alto numero di decessi, sarebbero necessarie informazioni sulle cause della morte, che non sono ancora disponibili in Germania”, afferma Felix zur Nieden, specialista in dati sui decessi presso Destatis. La sua ipotesi: “Potrebbero essere casi Covid non riconosciuti. O i decessi per il caldo , cosi come le conseguenze di operazioni posticipate o di controlli medici preventivi”. Come ben sappiamo, in Italia media ed esperti vari hanno già decretato pressoché ufficialmente che l’eccesso di mortalità estivo su è verificato a causa delle elevate temperature.

Potrebbe interessarti anche: «Togliamo i guadagni alle aziende», il vicepresidente della Commissione svela il vero volto dell’Europa

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!
-->

«Togliamo i guadagni alle aziende», il vicepresidente della Commissione svela il vero volto dell’Europa

“Morti raddoppiate rispetto all’anno scorso”. L’inquietante conferma delle compagnie assicurative