in

Reuters: “In Svizzera una persona è morta dopo il vaccino. Chiarire se c’è collegamento”

In Svizzera, a Lucerna, una persona che è stata tra le prime a essere vaccinata è morta. Lo hanno reso noto i funzionari del cantone, anche se non hanno indicato se la morte fosse correlata all’inoculazione del vaccino anti-Covid. “Siamo a conoscenza del caso”, ha detto un portavoce ripreso da Reuters, aggiungendo che la questione era stata deferita all’autorità di regolamentazione svizzera dei farmaci Swissmedic. Il cantone non ha rilasciato dettagli, compreso il tempo trascorso tra il momento in cui la persona ha ricevuto il vaccino e il momento in cui è avvenuta la morte.

Lucerna è stata la sede delle prime vaccinazioni in Svizzera a partire dalla scorsa settimana, con un’iniezione di Pfizer e del suo partner tedesco BioNTech somministrata principalmente agli anziani. La Svizzera ha ricevuto finora 107.000 dosi di vaccino e prevede di riceverne 250.000 al mese a partire dal prossimo anno. Non è stato possibile raggiungere immediatamente Swissmedic per un commento. Un’e-mail e una telefonata a Pfizer non sono state immediatamente raccolte, riporta Reuters.

Il vaccino di Pfizer e BioNTech è l’unico vaccino approvato, finora, in Svizzera. È stato approvato in via di emergenza negli Stati Uniti e in Gran Bretagna e ha ottenuto l’approvazione per la commercializzazione condizionale nell’Unione europea dopo studi clinici su decine di migliaia di persone in cui non sono emersi problemi di sicurezza significativi.

Ormai in tutto il mondo sono state somministrate milioni di dosi del vaccino. Diverse persone hanno sofferto di reazioni allergiche a seguito dell’inoculazione di Pfizer -BioNTech e Moderna Inc, sebbene tali incidenti siano stati risolti rapidamente.

Ti potrebbe interessare anche: Manutenzione zero, pedaggi in aumento: per i concessionari delle autostrade è sempre Natale

Manutenzione zero, pedaggi in aumento: per i concessionari delle autostrade è sempre Natale

Sileri ‘avverte’ i medici: “Se hanno dei dubbi sul vaccino, hanno sbagliato lavoro”