in

Record di eccesso di mortalità nel Paese più vaccinato d’Europa. I numeri che non vogliono farvi vedere

Pubblicato il 05/06/2022 10:41

Lo scorso maggio è stato un mese nero per il Portogallo, uno dei Pasi più vaccinati al mondo e primo per dosi somministrate in Europa. I dati sull’eccesso di mortalità che arrivano dal National Mortality Surveillance Platform, il quale riceve informazioni dai certificati di morte nazionali, sono a dir poco allarmanti. Vediamo cosa sta succedendo.
(Continua a leggere dopo il grafico)

Eccesso di mortalità

La mortalità generale, quindi per tutte le cause, ha registrato nel maggio 2022 il numero di decessi più alto dal 1980. La notizia viene ripresa da Scenarieconomici.it, che a sua volta cita l’autorevole fonte della CNN Portugal. Sono morte ben 10.315 persone, con un eccesso di non poco conto rispetto ai dati statistici raccolti durante la storia dell’istituto, che riporta una media generale di 8.864 morti nel mese di maggio.
(Continua a leggere dopo la foto)

I motivi dell’eccesso di mortalità

Ma da cosa deriva questo clamoroso eccesso di mortalità? I decessi da covid-19 spiegano soltanto parte dell’eccesso di mortalità che si è registrato nuovamente nelle ultime settimane, ma non sono certo la causa di tutti i decessi in più registrati a maggio rispetto alla media generale. Ma andiamo per gradi. Le morti covid risultano essere maggiori di ben 18 volte rispetto a un anno fa. Se guardiamo alla primavera del 2021, infatti, il confronto è impietoso. La sesta ondata portoghese di covid-19 ha finito per rendere il mese di maggio 2022 il più nero dall’inizio della pandemia. I dati consuntivi del mese, diffusi nei giorni scorsi dalla Direzione Generale della Salute, registrano addirittura 863 decessi aventi il Covid-19 come causa principale. 18 volte in più rispetto a maggio dell’anno scorso, quando i decessi covid ufficializzati erano solo 49. Ma i conti non tornano lo stesso.
(Continua a leggere dopo la foto)

I conti non tornano

Negli ultimi cinque anni, la media dei decessi nel mese di maggio era pari a 8.864, dunque, il mese scorso, ci sono stati circa 1.500 decessi in più rispetto allo storico, non spiegando quindi l’eccesso di mortalità associata al Covid-19. Nonostante il clamoroso aumento dei morti covid, infatti, ne avanzano altri imputabili ad altre casistiche. L’interrogazione alla Direzione Generale della Salute sull’aumento della mortalità di maggio, non ha ancora ricevuto riscontri. La piattaforma EVM mostra che l’aumento maggiore è stato nella popolazione anziana, in particolare quella con più di 85 anni. Una fascia d’età in cui si registrano 1.183 decessi in più rispetto a maggio dello scorso anno. Da inizio anno a fine maggio, in Portogallo, sono morte 53.994 persone.

Potrebbe interessarti anche: “Italexit sostiene i pescatori in lotta per il proprio lavoro”

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!
-->

Il lavoro distrutto dalla sinistra. Un Paese allo sbaraglio

Gli effetti avversi sono tantissimi e Pfizer lo sa. Ecco le prove del British Medical Journal