Vai al contenuto

“Lavoriamo a nuove armi”. L’annuncio di Putin che fa tremare il mondo: “Allarme nucleare”

Pubblicato il 28/09/2023 13:42

L’agenzia per l’energia atomica russa Rosatom sta lavorando alla “creazione di armi avanzate in grado di mantenere l’equilibro strategico nel mondo”. Con queste parole il presidente Vladimir Putin è tornato a far tremare il mondo, rilasciando all’agenzia Ria Novosti dichiarazioni che hanno subito fatto il giro dei social, contribuendo ad alzare non poco l’asticella della tensione. Il numero uno del Cremlino ha poi spiegato: “È gratificante che oggi lo staff Rosatom, i dipendenti di imprese specializzate e centri di ricerca stiano valorizzando le meravigliose tradizioni dei loro predecessori. Stanno risolvendo attivamente i problemi legati all’introduzione di tecnologie innovative nei settori energetico e spaziale, nella medicina nucleare, nell’ecologia e nella modernizzazione del nucleare attraverso la flotta di rompighiaccio”. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> “Rischio escalation nucleare”. Le immagini via satellite fanno tremare il mondo: cosa succede in Russia e Cina (FOTO)

putin nuove armi

“Partecipano alla creazione di armi avanzate in grado di mantenere l’equilibrio strategico nel mondo – ha proseguito Putin, congratulandosi con i dipendenti dell’industria nucleare – È importante continuare il percorso verso l’approfondimento della cooperazione internazionale, ampliando i contatti reciprocamente vantaggiosi con partner coscienziosi e affidabili all’estero”. (Continua a leggere dopo la foto)

putin nuove armi

Parole alle quali hanno fatto seguito quelle, riportate dal Corriere della Sera, della presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen a margine del vertice Ppe a Spalato: “La guerra della Russia contro l’Ucraina ha dimostrato che esiste una forte necessità che l’Europa si adatti a un ambiente geostategico e geopolitico più pericoloso e instabile”. (Continua a leggere dopo la foto)

“Abbiamo assistito al forte ricatto energetico della Russia – ha detto von der Leyen– che ha messo a dura prova il nostro sistema energetico ma grazie ad una risposta molto determinata e unita abbiamo ridotto nostra dipendenza dai combustibili fossili russi, i prezzi dell’energia che erano saliti alle stelle l’anno scorso in estate sono tornati a livelli prebellici, ma sappiamo che rimangono strutturalmente elevati”.

Ti potrebbe interessare anche: Microfoni e telecamere per controllare i cittadini. Raffaella Regoli svela l’ennesima “follia Green” (VIDEO)