in

“Il piano segreto di Mosca per invadere l’Ucraina”. Biden svela le interazioni di Putin

Pubblicato il 13/02/2022 09:56 - Aggiornato il 13/02/2022 10:40

È guerra di (dis)informazioni fra il Cremlino e la Casa Bianca, un nuovo tipo di guerra nella quale la Russia di Putin è sempre stata maestra, ma che oggi vede un nuovo sfidante, gli Stati Uniti. È questa la ricostruzione fatta da New York Times della crisi internazionale di questi giorni. Proprio ieri i servizi segreti statunitensi avevano declassificato, rendendole pubbliche, le conversazioni intercettate fra i generali dell’Armata Rossa. Secondo la CIA l’intenzione di Mosca è quella di invadere l’Ucraina nonostante le pressioni della comunità internazionale e avrebbero un piano ben preciso. (Continua dopo la foto)

Il piano è tutt’altro che nuovo nella storia della nascita dei conflitti. I generali russi una volta creato il pretesto, ad esempio un attacco dell’esercito Ucraino su qualche linea del fronte caldissimo del Donbas, partirebbero con una “controffensiva”. E si fa anche la data dell’attacco: mercoledì o giovedì. Intanto sul Baltico e sulla Bielorussia sono stati avvistati caccia russi con i “missili ipersonici a lunga portata”. (Continua dopo la foto)

Si tratta di caccia Mig-31 Foxhound con missile balistico Kinzal in grado di raggiungere bersagli a quasi duemila chilometri che secondo Putin che la chiama “super-arma” può superare di “dieci volte la velocità del suono” rendendolo praticamente impossibile abbattere. Nello stesso quadro si inserisce la comparsa in Bielorussia dei Tupolev TU22M3 Backfire normalmente dotati di armi atomiche e che questa volta risultavano equipaggiati con missili KH32 che possono colpire a mille chilometri di distanza e contenere anche armi atomiche. Ma in questo caso non è possibile sapere se si trattasse di testate nucleari. Insomma, nulla di buono sotto il cielo di una crisi che si fa sempre più minacciosa.

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!
-->

Basta divisioni! Torniamo insieme. Per il diritto allo sport negato…

“Appartamento di 66mq, usiamo poco tutto. Impossibile pagare la bolletta”. Le vostre lettere