in

Arriva la stangata: dal latte al pane, rincari fino a 1.500 euro per le famiglie

Con un mano, Mario Draghi si diverte a stracciare i diritti degli italiani, obbligando a sottostare a un obbligo di Green pass che non ha uguali in Europa. Con l’altra, il premier preferito dall’Ue prepara una lunga serie di rincari che si abbatteranno sulle famiglie italiane. A partire da quello dell’energia e delle materie prime che, a cascata, finirà per far impennare anche il costo di altri consumi. Con una spesa media per le famiglie italiane che, secondo il Codacons, in autunno potrebbe arrivare addirittura a 1.500 euro in più.

Anche il Centro Studi di Confcommercio, in queste ore, ha confermato il rischio di una stangata in arrivo, con previsioni che parlano di un +3% su base annua dell’indice nazionale dei prezzi al consumo. “L’aggiornamento dell’Istat verrà pubblicato alla fine del mese, a settembre era stato registrato un incremento del 2% che questo mese temiamo possa essere più severo” ha spiegato il responsabile del Centro studi Mariano Bella.

Stando alle previsioni Confcommercio, solo per l’acquisto di generi alimentari e bevande analcoliche le famiglie italiane rischiano di spendere, durante il mese di ottobre, l’1,5% in più rispetto a un anno fa, ossia circa 475 euro aggiuntivi. Emblematico, in questo senso, il rincaro della zucca, simbolo dell’imminente festa di Halloween: il suo costo attuale è di due euro al chilo, il 25% in più rispetto a un anno fa.

A crescere è stato, però, anche il pane, che oggi costa a volte anche il 10% in più rispetto a un anno fa. E il latte: quello senza marchio viene venduto in media a 1,40 euro. Per un chilo di patate, si spendono invece mediamente 1,20 euro al chilo (+30%). “Il maggiore costo delle materie prime, dopo aver spinto verso l’alto il costo dell’energia, può fare altrettanto con i prezzi di beni e servizi che in teoria dovrebbero essere al riparo da queste oscillazioni” ha concluso Mariano Bella.

Ti potrebbe interessare anche: Propaganda Live, bufera su Makkox per un tweet volgare e sessista

Tamponi, ecco il nuovo business: come quintuplica il prezzo e chi ci guadagna

“La protesta non è solo a Trieste: replichiamola in tutte le piazze d’Italia”