Vai al contenuto

Stava facendo colazione, poi il malore improvviso. Addio Andrea, di soli 34 anni

Pubblicato il 22/09/2022 20:28

Andrea Mancin, di soli 34 anni, è deceduto mentre faceva colazione prima di recarsi al lavoro. Improvvisamente, senza alcuna avvisaglia. La tragica notizia della repentina morte del giovane di Rivà di Ariano nel Polesine (Rovigo) è arrivata nelle prime ore di ieri mattina, suscitando incredulità e dolore in tutta la comunità, dove la famiglia è molto conosciuta e stimata. Si tratta dell’ennesima morte di un giovane senza alcun problema di salute. Per Andrea è stata disposta l’autopsia, in modo tale da stabilire cosa gli successo. Una morte così fulminea merita di essere approfondita. La salma ora si trova presso l’obitorio dell’Ospedale Civile di Rovigo per essere sottoposta all’esame necroscopico, come richiesto dall’autorità competente per gli accertamenti.
(Continua a leggere dopo la foto)

Come tutte le mattine Andrea si era alzato per andare al lavoro, ma non prima di prendersi un buon caffè in cucina. Dopo un po’ di tempo, non sentendolo uscire di casa e con la moka del caffè ancora funzionante, la mamma lo ha chiamato per sentire che cosa fosse successo. Non ricevendo nessuna risposta si è precipitata in cucina, trovando Andrea a terra ormai privo di vita. Inutili gli immediati soccorsi perché Andrea ormai non respirava più.
(Continua a leggere dopo la foto)

Sono stati tantissimi i messaggi di cordoglio arrivati attraverso i social dai suoi colleghi e dagli amici. Affranta dal dolore una sua amica, Sara Ruzza, consigliere comunale di Taglio di Po, afferma: «In queste circostanze non ci sono parole per lenire il dolore di una famiglia che perde improvvisamente un proprio figlio nel mezzo della sua vita ancora da coronare con tanti successi. Sono veramente senza parole. Te ne sei andato troppo presto Andrea. Fai buon viaggio!». «Sono profondamente dispiaciuta per la triste notizia che mi è arrivata, in prima mattinata, dell’improvvisa morte del giovane Andrea ha detto la sindaca Luisa Beltrame -; a nome mio e dell’amministrazione comunale porgo alla famiglia le più sentite condoglianze». L’ennesima morte improvvisa a cui deve essere data una spiegazione.

Potrebbe interessarti anche: “Siamo già in guerra”. Il Generale italiano descrive tutta la tensione del momento: “Aerei, missili e sottomarini…”