in

Debito pubblico italiano, ben 285,5 miliardi di euro sono delle banche francesi

Chi detiene il debito pubblico italiano? Ricordiamo che per debito pubblico si intende il debito dello Stato verso altri soggetti economici, siano essi nazionali o stranieri, quali banche e imprese, ma anche singoli individui o interi stati e organizzazioni sovranazionali (come l’Unione Europea). Questo ammonta oggi al 131% del nostro Pil, circa 2.365 miliardi di euro (ma diventeranno 3mila miliardi nel 2024, secondo le stime del Fondo monetario internazionale).

Da una recentissima analisi emerge che le principali banche europee possiedono 425 miliardi di euro del debito pubblico italiano. Per fare un confronto, le banche italiane hanno in mano circa 380 miliardi del nostro debito, mentre la Banca d’Italia ne detiene 387, direttamente o tramite la Banca Centrale Europea.

Guidano nettamente questa classifica gli istituti di credito francesi, che hanno 285,5 miliardi di euro di debito pubblico italiano. E questo la dice lunga sul perché i francesi abbiano una così forte influenza sul nostro Paese. Infatti, le due banche francesi più importanti, Bnp Paribas e Crédit Agricole, hanno quote di debito italiano molto alte.

Rispettivamente 143,2 e 97,2 miliardi di euro, cifre superiori rispetto a quelle dei primi istituti italiani (Unicredit ne ha 66,3, Intesa Sanpaolo 47,3). Ma anche le banche tedesche hanno una discreta quota del nostro debito, precisamente 58,7 miliardi.

In Germania quasi 30 miliardi sono di Deutsche Bank. Seguono le banche del Belgio con 25,2 miliardi, quasi tutti di Dexia (un istituto di credito franco-belga, tra l’altro). La parte di debito pubblico italiano posseduta invece da banche britanniche è tutta in mano a Barclays.

Ci sono infine banche di piccoli paesi dell’Unione Europea che possiedono una quota (a Cipro 67 milioni, a Malta 101 milioni). In tutto, come detto, fa 425 miliardi di debito pubblico italiano in mano a banche straniere, il 17% del totale. In questo video, la questione è riassunta in modo chiaro.

Ti potrebbe interessare anche: https://www.ilparagone.it/banche-mercati/cattivi-pagatori-banche-cattive/

Terra dei Fuochi, il ministro Costa: “Salvini non ha fatto nulla, ora deve darmi una mano”

Il Tesoro progetta Btp in dollari: fermatelo!