in

Trump: “Fra due giorni mi arresteranno”. Il clamoroso annuncio e il “soccorso” di Elon Musk

Pubblicato il 19/03/2023 12:47

Sarebbe un evento senza precedenti! L‘eventuale incriminazione di Donald Trump diventa sempre più possibile e reale? L’ex presidente, attualmente sotto inchiesta per la gestione di documenti riservati e l’assalto al 6 gennaio, verrebbe rinchiuso con un’accusa che nulla ha a che vedere con tutto ciò. A incriminarlo, qualora il verdetto finale fosse negativo per Trump, sarebbe un pagamento di 130mila che il leader avrebbe erogato in favore di una ex pornostar Stormy Daniels affinché questa tacesse su una loro presunta relazione durante la campagna elettorale del 2016. (Continua dopo la foto)

Donald Trump sul suo social Truth afferma: «Fughe di notizie illegali dal corrotto ufficio del procuratore di Manhattan indicano che l’ex presidente degli Stati Uniti sarà arrestato martedì della prossima settimana. Manifestiamo, riprendiamoci il paese.» Stando alle dichiarazioni rilasciate da Joe Tacopina,  il legale di Trump, l’ex presidente «si consegnerà alle autorità senza complicazioni se sarà incriminato.» Susan Necheless, appartenente anche lei al team di avvocati, ha detto che l’ex presidente potrebbe aver preso l’informazione del presunto arresto di martedì dai media. Sarebbero infatti uscite notizie di riunioni, fissate per la settimana prossima, delle forze dell’ordine sulla sicurezza in caso di incriminazione dell’ex presidente. (Continua dopo la foto)

Se Donald Trump dovesse essere arrestato “sarà rieletto con una vittoria schiacciante”. Questo quanto ha affermato il ceo, Elon Musk, in un tweet di reazione a un utente che ha postato la notizia rilanciandola da Fox News. Anche l’ex presidente russo Dmitry Medvedev ha ripreso la notizia del presunto arresto commentandola su Telegram: “Riprendetevi il vostro Paese, americani! Combattete! Distruggete la tirannia di Washington! Mandate la cricca di pazzi corrotti – padre e figlio di Biden – nella puzzolente pattumiera della storia”.

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!
-->

“Il contante deve sparire”. Landini rivela i piani della sinistra: “Ecco cosa faremo contro Meloni”

Attacco (razzista) all’Italia dal n.2 della Ue: “Non leggo cosa scrivete, ma sicuro è una bugia”. L’intervista