in

Torna Maria Giovanna! La Maglie subito alla carica contro il big del Pd: “Ridicolo”

Pubblicato il 05/12/2022 16:06

Vi avevamo raccontato attraverso le pagine del Paragone delle condizioni di salute di Maria Giovanna Maglie, assente da un po’ dal piccolo schermo perché ricoverata da settimane in ospedale. Un brutto episodio, quello che ha coinvolto la giornalista, che ha raccontato di essersi sottoposta a “una serie di interventi chirurgici” che si erano resi necessari dopo un malore. Al Corriere della Sera, Maglie ha spiegato di essersi sentita poco bene mentre si trovava in studio da Nicola Porro, ospite del programma Quarta Repubblica su Rete 4: “Si è spenta la luce”. Nonostante sia ancora ricoverata, però, la saggista non sembra affatto aver perso quel carattere battagliero che l’ha sembre contraddistinta, tornando a dire la sua attraverso i social network. Come sempre, senza troppi peli sulla lingua. (Continua a leggere dopo la foto)

Nel mirino della sempre vulcanica Maglie è finito il senatore Carlo Cottarelli, eletto tra le fila del Pd durante la tornata del 25 settembre. L’ex commissario straordinario aveva infatti denunciato attraverso Twitter: “Sono in stazione per prendere il treno Trenord proveniente da Mantova per tornare a Milano. Mezz’ora di ritardo. Normale. Basta Fontana!!! Non è questione di politica. È incapacità”. (Continua a leggere dopo al foto)

Cotarelli, insomma, ha attribuito al governatore della Lombardia Attilio Fontana il ritardo di un treno regionale, attirandosi subito le ire dei tanti utenti che ogni giorno sono costretti a convivere con disservizi e imprevisti di sorta lungo le tratte ferroviarie. Un cinguettio che non è passato inosservato nemmeno agli occhi di Maria Giovanna Maglie, pronta a replicare. (Continua a leggere dopo la foto)

“Ridicolo” ha infatti scritto Maglie commentando il post di Cotarelli. Una sola parola, forte come un colpo di cannone, che ha ridato il sorriso ai tanti follower della giornalista, subito pronti a festeggiare: “Maria Giovanan è ufficialmente tornata”.

Ti potrebbe interessare anche: Pandemia a trasmissione sessuale. E per non restar “disoccupati”, ecco cosa s’inventano le virostar

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!
-->

“Quinta dose”, scoppia il caso. Due milioni di italiani nei pasticci: “E ora che si fa?”

“Vergognoso”. Resta paralizzato dopo un incidente sul lavoro e lo Stato lo umilia così