Vai al contenuto

Russia, esplode sito militare che produce missili intercontinentali. I timori di una nuova Chernobyl (VIDEO)

Pubblicato il 08/02/2024 11:16

Una terribile esplosione ha sconvolto la tranquillità della città di Izhevsk, in Russia. Izhhevsk è la capitale della pubblica Russa di Udmurt. La notizia è stata diffusa dalla TAAS, canale allineato al Cremlino. Che ha riferito ufficialmente di un “incidente” avvenuto presso un sito militare dove si costruiscono missili balistici intercontinentali. In quella sede si producono i missili d’artiglieria Topol-M e Iskander. Ma alla fine del 2023, all’impianto di costruzione è stato concessa anche la licenza per produrre componenti per armi nucleari. Ecco perché qualcuno ha parlato del timore di una nuova Chernobyl e di diffusione di sostanze radioattive. Le autorità russe, però, minimizzano e spiegano che l’esplosione si sarebbe “presumibilmente verificata durante i test programmati di un motore a razzo”. (continua dopo il video)

<>

Le immagini, comunque, sono impressionanti. All’interno dell’impianto militare si è sviluppato un gigantesco incendio, visibile a molti chilometri di distanza. Per questo il fatto che possano essere coinvolti materiali per la produzione di armi nucleari è, in ogni caso, abbastanza preoccupante. Per fortuna, secondo i primi analisti che hanno visionato le immagini, non si tratterebbe di un’esplosione anomala. Sembrerebbe dunque confermata la tesi della autorità russe. Che però, come di consueto in questi casi, sono molto parche di informazioni. Si sottolinea solo che si sarebbe trattato per l’appunto di un incidente, e che la situazione sarebbe sotto controllo.

potrebbe interessarti anche https://www.ilparagone.it/attualita/e-lei-la-malata-deuropa-germania-nel-caos-voli-cancellati-scioperi-industrie-in-tilt-cosa-sta-succedendo/