Vai al contenuto

L’Oms e il dossier sparito che bocciava l’Italia. Report ora rivela tutto

Pubblicato il 04/11/2020 16:05 - Aggiornato il 21/09/2023 11:54

E fu così che un documento dell’Oms, un rapporto che bocciava il nostro Paese sulla gestione della pandemia, sparì. Scomparso nel nulla. Come mai? Un dossier in cui si raccontava una triste realtà italiana che ora non è più possibile consultare. Ritirato. A raccontare questo incredibile retroscena sono stati i giornalisti della trasmissione Report, su RaiTre. Il servizio, ripreso da Il Giornale, in particolare ha fatto riferimento a un documento molto critico verso Roma, realizzato da alcuni ricercatori del distaccamento dell’Oms di Venezia.

Nelle pagine era contenuto un vero e proprio attacco alla reazione italiana all’insorgere dell’epidemia: “Dal mancato aggiornamento da parte del ministero della Salute di un piano pandemico, risalente al 2006 e arrivato fino a noi ‘attraverso un maldestro copia e incolla’, all’impreparazione generale, con medici e infermieri ‘che si contagiavano in assenza di dispositivi di protezione adeguati’. Nelle pagine del documento, spazio anche alle critiche in merito la scarsità di test per individuare i positivi e sulla presenza di ‘rimedi più teorici che pratici'”.

Il rapporto ha messo in evidenza come il sistema sanitario italiano ha rischiato seriamente di collassare davanti ai colpi del coronavirus. “La risposta è stata disorganizzata, non all’altezza degli standard della nostra sanità. A certificare il documento la stessa Oms, con la firma peraltro del direttore europeo Hans Kluge. Le 100 pagine del rapporto sono rimaste online però per appena 24 ore”.

“Una manina – ha dichiarato in diretta il presentatore di Report, Sigfrido Ranucci – Ha fatto scomparire il documento”. Del rapporto prima pubblicato e poi ritirato dall’Oms continua comunque a non esserci traccia. E questo conferma i sospetti di molti: l’organizzazione mondiale della sanità agisce su input politici, prima ancora che scientifici. E ora, alla luce di questo, suonano ancora più “strane” le sviolinate dell’Oms a Conte per il “modello Italia”.

Ti potrebbe interessare anche: Crollo degli ordini e merce invenduta. Così il governo lascia morire la filiera alimentare