Vai al contenuto

“È morto con 2 dosi di vaccino”. I familiari lo vogliono fa sapere e lo scrivono sul manifesto

Pubblicato il 23/11/2021 08:54

Mentre il governo continua con le sue strette sul Green pass e impone l’obbligo vaccinale a tutti (sarà questo infatti l’ultimo passo che compiranno in questa drammatica escalation di rimozione dei diritti), da nord a sud arrivano notizie drammatiche su altre persone che muoiono immediatamente dopo aver ricevuto il vaccino. Non solo, mentre il governo premere per la terza dose, spacciandola come la mano santa, c’è chi muore nonostante il vaccino. E così accade che a Napoli, su un manifesto, i familiari hanno voluto annunciare la morte di un 65enne, Eduardo, soprannominato “Barry White” con un manifesto inequivocabile. (Continua a leggere dopo la foto)

“È mancato con tutte le 2 dosi di vaccino fatte”. La volontà di specificare questa cosa sulle carte è stata comunicata al titolare delle onoranze funebri, Gennaro Tammaro, che ha consultato il suo legale e poi ha fatto pubblicare i manifesti dopo la espressa richiesta formulata dai familiari dell’uomo. Nel manifesto si “ricorda il caro Eduardo in una preghiera”. I manifesti sono comparsi in alcune zone di Napoli, tra Fuorigrotta e Bagnoli e vicino piazza Carlo III, dove era evidentemente conosciuta la vittima. (Continua a leggere dopo la foto)

Il manifesto, come riporta Il Mattino di Napoli – è stato notato da diversi cittadini e poi condiviso sui social, facendo subito il giro di centinaia di gruppi. Questa, come tante altre morti, però, non ha trovato spazio sulla grande stampa, impegnata nella campagna comunicativa a favor di governo. L’annuncio, che ha fatto il giro del web, si differenzia dagli altri anche perché non è riportata la data delle esequie: i funerali di Eduardo, infatti, non sono mai stati celebrati proprio a causa del Covid. Una tragedia nella tragedia. (Continua a leggere dopo la foto)

Un’altra notizia che ha avuto poca risonanza è quella della morte, nella giornata di domenica 21 novembre, di un uomo di 53 anni che dopo aver ricevuto la seconda dose del vaccino Pfizer ha accusato un malore proprio all’interno del centro vaccinale di Rosignano, in provincia di Livorno. Secondo la ricostruzione della Usl Toscana Nord Ovest, l’uomo ha atteso 15 minuti all’interno dell’hub, tempo necessario dopo la somministrazione, quindi è uscito dalla struttura per poi rientrare entro breve accusando senso di oppressione retrosternale e nausea. L’uomo è morto in pochi minuti, nel tragitto in ambulanza verso l’ospedale.

Ti potrebbe interessare anche: Celentano spara a zero su conduttori e talk show: “Bestie con gli artigli, spargono odio”