in

Muore a 14 anni dopo la seconda dose di vaccino: tre medici indagati

Aveva cominciato a stare male poco dopo aver ricevuto la seconda dose del vaccino anti-Covid. Poi, col passare delle ore, la situazione era peggiorata fino alla tragedia. Una morte terribile quella di Majda El Azrak, venuta a mancare a soli 14 anni nell’ospedale pediatrico di Bari dopo essere stata in coma per 26 giorni. E per la quale ora tre medici sono indagati dalla Procura.

Muore a 14 anni dopo la seconda dose di vaccino: tre medici indagati

Come raccontato dal Messaggero, infatti, i genitori di Majda hanno deciso di presentare una denuncia dopo la scomparsa della figlia, che aveva iniziato a stare male dopo la seconda dose di vaccino anti Covid ricevuta il 17 agosto in Salento, dove risiedeva con la sua famiglia: “Il 19 agosto era stata ricoverata a Tricase (Lecce) dove dopo due Tac eseguite con mezzo di contrasto”.

Dagli esami sarebbe emersa la presenza di una forma tumorale. Poco dopo, la piccola avrebbe perso conoscenza, trasferita poi in codice rosso all’ospedale pediatrico di Bari. Qui, purtroppo, il 13 settembre era poi morta, dopo essere rimasta 26 giorni in coma. Secondo i medici dell’ospedale barese, fatale sarebbe stata una forma di meningite.

L’inchiesta della Procura di Lecce era nata dopo un esposto-denuncia presentato dai genitori della 14enne attraverso il proprio legale avvocato Pasquale Scorrano. Nel registro degli indagati risultano iscritti il medico che aveva effettuato la somministrazione della seconda dose di vaccino e i due medici che la mattina del 19 agosto avevano sottoposto la ragazzina a degli accertamenti radiologici all’ospedale Cardinale Panìco di Tricase. Il magistrato ha disposto l’autopsia che sarà effettuata il prossimo 27 ottobre presso il Policlinico di Bari.

Ti potrebbe interessare anche: La Sicilia torna in giallo? Per l’assessore Razza la colpa è dei non vaccinati

Muore di covid medico di 36 anni. Era vaccinato

Emergenza migranti, l’Ocean Viking sbarcherà oltre 100 persone in Sicilia