Vai al contenuto

Malore in diretta per il leader dei Repubblicani USA: “Venti secondi di paura” (VIDEO)

Pubblicato il 27/07/2023 18:45 - Aggiornato il 28/07/2023 17:10

È rimasto immobile, con lo sguardo fisso, per lunghissimi venti secondi prima che i suoi colleghi, dapprima imbarazzati ma poi visibilmente preoccupati, lo accompagnassero al di là degli sguardi indiscreti dei giornalisti e delle telecamere che affollavano la sua conferenza stampa. Per ora sono ignote le cause del malore che hanno “congelato” il senatore Mitch McConnell, leader della minoranza Repubblicana nel Congresso degli Stati Uniti, 81 anni, per un tempo che è sembrato infinito: con tono pacato McConnell stava illustrando la posizione del Gran old party sulla imminente definizione del budget per la difesa: “Abbiamo avuto una buona collaborazione bipartisan e una serie di…” A questo punto il silenzio e l’evidente vuoto cerebrale, interrotto da altri due degli esponenti repubblicani che erano con lui, che gli hanno chiesto se si sentisse bene. Uno dei due, il senatore italoamericano del Wyoming John Barrasso, è anche un medico. Ma McConnell non ha risposto a nessuno dei due, per poi essere preso sottobraccio e accompagnato dallo stesso Barrasso. (Continua a leggere dopo il VIDEO)
>>> Botte, machete e pistole. Ancora violenza senza freni in una metropoli italiana: il VIDEO choc

Chi è Mitch McConnell

L’episodio è avvenuto quattro mesi dopo la caduta sofferta dal senatore, che si era fratturato una costola a una cena privata in un hotel di Washington, peraltro sbattendo anche il capo. Da allora si era assentato dal Senato per sei settimane, prima di tornare al suo posto, ad aprile. Mitch McConnell è considerato un “big” del partito Repubblicano, strenuo oppositore di Donald Trump. Il suo staff ha parlato di “stordimento” e di “crisi superata” ma il video, diventato virale in tutto il mondo, inquieta non poco: la voce del senatore si è come incrinata, scendendo velocemente di tono, poi è parso letteralmente impietrito. Eletto per la prima volta nel 1984 in Kentucky, McConnell è diventato il leader repubblicano al Senato più longevo della storia, pur non essendo il senatore più anziano, poiché il repubblicano Chuck Grassley ha 89 anni. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> Canone Rai, cambia tutto: “Ecco come e quanto si pagherà”. Rivoluzione in arrivo

malore diretta senatore usa

Le preoccupazioni in vista delle presidenziali

Ora l’ala più moderata del partito Repubblicano teme di perdere, nel momento cruciale delle prossime presidenziali del 2024, una guida autorevole e rispettata anche dai Democratici, con i quali aveva mediato più e più volte ai tempi della presidenza Trump. Come ricorda la Repubblica, appena nel mese di maggio Mitch McConnell aveva attaccato Trump, dicendo che un aspirante presidente non può presentarsi agli elettori da persona incriminata. 

Potrebbe interessarti anche: “Ecco cos’aveva”. Andrea Purgatori, “svolta” nell’autopsia: le contraddizioni dei medici (VIDEO)